E’ boom di ristoranti in provincia di Perugia: oltre millesettecento.

Il dieci per cento sono condotti da donne

Giorgio Mencaroni, Presidente della Camera di Commercio di Perugia ha commentato gli straordinari risultati del mondo del food, che vede un’apertura di un nuovo ristorante, ogni settimana. Questo in Provincia di Perugia. “Più tempo trascorso dagli italiani fuori casa, ma anche il grande successo dei programmi di cucina in TV. Potrebbero esserci anche questi fra i motivi del “boom” della ristorazione che, da otto anni a questa parte, sta interessando il nostro paese e anche la nostra provincia” così ha commentato i risultati di uno studio condotto da Unioncamere e Infocamere, sui dati del Registro Imprese delle Camere di Commercio.
Nel periodo analizzato – da marzo 2011 a marzo 2019 – il numero delle aziende di ristorazione iscritte alle Camere di Commercio di Perugia è cresciuto di 441 unità, fino ad arrivare ai 1.750 ristoranti in attività nel marzo scorso.  Una crescita complessiva in otto anni, addirittura del 33,7%, sopra la media nazionale di oltre 6 punti percentuali.    + 4,2% in ognuno degli anni del periodo considerato. 
“In provincia di Perugia, dal 2011 ad oggi – ha sottolineato il Presidente Mencaroni – non è passata settimana senza che nascesse un nuovo “ristorante con somministrazione”.
Leggermente inferiore rispetto alla Provincia di Perugia è il dato regionale, che tuttavia resta anch’esso molto al di sopra della media nazione.
Su base Umbria la crescita è del 31,5%, con 554 aziende di ristorazione in più dal 2011 al 2019.
Complessivamente, allo scorso mese di marzo, operavano nella nostra regione 2.315 aziende di ristorazione.
Forte la presenza delle donne nella ristorazione: in Umbria 3 imprese su 10 sono a guida femminile.  Il 10% fa capo a giovani under 35 e un altro 10,8% a cittadini stranieri.

Marcello Guerrieri

Esercita la professione di giornalista da oltre trent’anni: ha esordito con la cronaca locale per la redazione ternana de il Messaggero, per la quale ha anche curato, per un lungo periodo, pure gli aspetti sindacali ed economici delle aziende della provincia di Terni. Collabora tuttora col giornale romano. Ha seguito sin dall’inizio, l’evoluzione dei nuovi media, curando numerosi siti come quello di “Terninrete”