Sterilizzazione, investimento basilare per ogni buon studio dentistico.

Il dottor Antonio Grosso indica le condizioni necessarie per evitare il rischio di infezioni nelle cure dentarie.

dr. antonio grosso day dentist

Sterilizzazione: un fattore di cui spesso non si tiene conto quando si entra in uno studio dentistico.
“Quando si va dal dentista un aspetto fondamentale è quello relativo alla sterilizzazione degli ambienti e degli strumenti – afferma il dottor Antonio Grosso, titolare dello studio specialistico Day
Dentist di Paola in Calabria – Nel corso della mia attività professionale ormai ultratrentennale, ho puntato tutto sulla sterilizzazione dettagliata. Un sistema che funziona solo se sono ben collaudate e testate le varie parti che compongono il sistema stesso”. Il medico calabrese, specializzato in implantologia e protesi, rimarca il fatto che una buona sterilizzazione è un investimento importante per ogni studio dentistico. Ci sono strumenti e ambientazioni che devono avere la massima igiene e devono essere sottoposti anche a dei test relativi alla sterilizzazione. Ogni singolo test va catalogato.

A questo proposito, il dottor Grosso che ha conseguito diversi master in Europa e negli Stati Uniti, si sofferma sulla buona igiene da tenere per le autoclavi. Nello specifico si tratta di apparecchi,
utilizzati negli studi dentistici, per la sterilizzazione di tutti gli strumenti e di tutti i materiali necessari per le curie dentarie. “Se in uno studio c’è un’autoclave attiva, che funziona continuamente – precisa Grosso – bisogna effettuare una serie di test. L’autoclave va verificata con test biologici; test di sensibilità al calore. Nel mio studio – dichiara Grosso – il paziente ha la possibilità di verificare che gli strumenti per lui utilizzati siano realmente sterili poiché si può risalire al loro specifico ciclo di autoclave in una data precisa.. Si può, inoltre, capire qual è lo stato del funzionamento dell’autoclave. Tutto ciò è a favore del paziente che, in questo modo, è sicuro di non sviluppare infezioni per strumenti non sterilizzati”. Negli studi odontoiatrici, se non si
osservano determinate regole riguardanti l’igiene e la sterilizzazione, si può incorrere in un’incauta trasmissione di malattie. Per ottenere i massimi risultati di igiene e sterilizzazione sono
necessarie persone formate; materiali e apparecchiature controllati con frequenza regolare. Si tratta misure di sicurezza che tutelano non solo il paziente, ma anche e soprattutto i medici e gli assistenti che, nello studio dentistico, vivono e operano per molte ore ogni giorno.

SCOPRI DI PIÙ

Visita il Sito Day Dentist

Leggi anche

Il digitale rivoluziona l’ortodonzia: per la cura e la prevenzione c’è il 3D

Elettromiografia, l’esame che interviene sul mal di testa che ha origine dentale.

Prevezione dentale con le immagini laser: la novità si chiama diagnocam.

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.