Falegnameria Rota: porte e finestre in legno, legno-alluminio o PVC, una guida ai serramenti più adatti

SERRAMENTI ROTA

La scelta dei serramenti è una decisione complessa. Rappresentando una parte fondamentale di qualsiasi abitazione è ovviamente determinante il fattore estetico ma non solo. Devono anche proteggere gli spazi interni dal freddo e dal caldo, dai rumori e dai malintenzionati. Quindi devono garantire anche un’adeguata sicurezza ed efficienza energetica. Le proposte sul mercato sono innumerevoli, soprattutto in tema di materiali, quindi, per aiutarvi ad orientarvi tra le soluzioni adatte a voi, Falegnameria Rota di Canonica D’Adda desidera informarvi su soluzioni che rispondono a tutte le esigenze di estetica, funzionalità, durata e isolamento termico e acustico.

Porte e finestre in legno-alluminio

Esiste un serramento che coniughi la bellezza del legno con la leggerezza e la resistenza dell’alluminio? Si, le portefinestre e finestre in legno-alluminio: un mix perfetto tra il calore del legno e la protezione dell’alluminio, una soluzione vincente per chi non vuol rinunciare al calore del legno, materiale di pregio, e preoccuparsi di una minima manutenzione. Tali infissi hanno internamente un vero serramento in legno, mentre la parte esterna è rivestita da uno strato di alluminio. La zona esposta agli agenti atmosferici dunque risulta protetta mentre l’interno, in legno, mantiene tutta la naturale bellezza dello stesso. A seconda dello stile e dell’arredamento si possono scegliere varie essenze per l’interno cosi come l’alluminio esterno è disponibile in una vasta gamma di colori così da armonizzarsi con qualsiasi stile architettonico.

Porte e finestre in legno

In edilizia il legno è un materiale largamente usato sia per le sue qualità estetiche e tecniche. Le portefinestre e finestre in legno si armonizzano con qualsiasi tipo di arredamento e sono un ottimo isolante termico e acustico. Proponiamo infissi in legno lamellare la cui probabilità di imbarcamento nel tempo è pari a 0, senza nodi e sacche resinose, verniciati con prodotti all’acqua atossici. Il legno poi consente un’infinita gamma di finiture, forme e tipologie di apertura. Per noi il legno è una passione, sentimento in cui tecnica e cuore si mescolano per creare un prodotto d’eccellenza.

Porte e finestre in PVC

Tra i materiali più comuni per gli infissi c’è il PVC. Questo materiale ha una bassa conducibilità termica, poca dispersione di calore e quindi un buon grado di isolamento termico e una buona resistenza agli agenti atmosferici. Negli ultimi anni il PVC ha spopolato. Preferito da molti per la scarsa manutenzione richiesta, ma soprattutto per un fattore economico: rispetto ad altri materiali è meno costoso. Le rese estetiche consentite dal pvc sono innumerevoli. Può riprodurre l’effetto del legno o assumere numerose colorazioni.

Le finestre come fonte di benessere e comfort abitativo

Cosa si intende per comfort abitativo? Quali sono le condizioni ideali per realizzarlo? Quali sono i fattori che lo rendono possibile? Sostanzialmente, il comfort abitativo è una condizione di benessere che si crea all’interno di un ambiente quando vengono soddisfatti almeno 4 parametri:

1) temperatura

2) qualità dell’aria

3) acustica

4) luce

Va da sé che il primo elemento da considerare per raggiungerlo è la finestra. Attraverso la finestra l’ambiente esterno entra a contatto con lo spazio in cui viviamo: la vista e la luce che entrano attraverso di essa creano il clima e l’atmosfera che caratterizza qualsiasi ambiente. Proprio per essere una barriera tra interno ed esterno la maggior parte delle dispersioni termiche avviene attraverso essa. Una posa scorretta oppure la scelta di serramenti non adatti porta a dispersioni energetiche che possono raggiungere fino il 23% del calore del riscaldamento invernale o surriscaldare durante l’estate.

La luce negli ambienti

È dimostrata l’associazione tra il nostro stato d’animo alla luce naturale di cui riusciamo a beneficiare durante il giorno, sia in casa che negli ambienti di lavoro. La sua presenza influisce di molto sia in termini di comfort abitativo che di produttività. Spesso però in casa siamo costretti ad accendere la luce anche durante le ore diurne per svolgere qualsiasi tipo di attività. Per garantire la giusta quantità di luce naturale, la superficie delle finestre non dovrebbe essere inferiore a quanto prescritto dal decreto ministeriale 5 luglio 1975, Requisiti igienico sanitari abitazioni. Questo regola il rispetto dei rapporti aero – illuminanti degli ambienti stabilendo ad 1/8 della superficie del pavimento la superficie minima delle finestre apribili di un ambiente. Il rispetto di tale regola è fondamentale non solo per avere una quantità corretta di luce naturale in casa, ma anche per assicurare un adeguato ricambio d’aria.

Finestre che esaltano la luminosità negli ambienti

Isolamento termico e acustico, sicurezza, design e massimizzazione della superficie vetrata: queste sono solo alcune delle qualità delle finestre prodotte dalla Falegnameria Rota di Canonica d’Adda per garantire comfort abitativo e risparmio energetico.

La scelta della giusta finestra, infatti, deve prendere in considerazione non solo un’adeguata durata nel tempo del serramento, ma anche alcune caratteristiche prestazionali che contribuiscono a migliorare la qualità della vita, tra cui la capacità di isolamento termico e acustico, la tenuta all’aria e all’acqua e il grado di sicurezza all’effrazione.

Scegliere i nostri infissi certificati e ad alte prestazioni dimostra non solo sensibilità verso l’ambiente, ma attenzione alla qualità dell’abitare.

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.