Turismo, al via un bando sulla digitalizzazione delle imprese

Avviso pubblico per le imprese toscane della fiera turistica interessate ad un processo di digitalizzazione

turismo

Un bando per progetti di ricerca sull’impatto dei processi di digitalizzazione nelle imprese della filiera turistica è stato varato dalla Regione Toscana, con finanziamenti provenienti anche dal Programma operativo regionale (Por) del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) 2014-2020. Previsti contributi fino a 170.000 euro.

L’avviso pubblico è rivolto a organismi di ricerca, dagli Atenei al Cnr, o loro articolazioni interne, che hanno sottoscritto il Protocollo di intesa Regione Toscana Industria 4.0. Le domande, online, si possono presentare dal 7 maggio al 21 giugno 2019. Il decreto dirigenziale n. 5391 del 22.03.2019, pubblicato sul Burt n.16 del 17 aprile 2019 parte III, ha approvato l’avviso pubblico finalizzato a selezionare uno o più organismi di ricerca, o loro articolazioni interne tra quelli che hanno sottoscritto il Protocollo di intesa Regione Toscana Industria 4.0 (ex delibera di Giunta regionale n. 158 del 27 febbraio 2017) per la realizzazione di un progetto congiunto di ricerca-intervento sui processi di digitalizzazione delle imprese della filiera turistica mediante un accordo di collaborazione ai sensi dell’art.15 della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Sostegno alle attività collaborative di Ricerca e Sviluppo (R&S) realizzate da aggregazioni pubblico-private” del programma.

Il progetto di ricerca-intervento oggetto del bando, è finalizzato, si spiega, “ad analizzare il quadro evolutivo delle prospettive applicative delle tecnologie 4.0 alla filiera turistica; ricostruire le modalità con le quali” le stesse aziende “si collocano rispetto ai processi di digitalizzazione, come modificano ed orientano la loro organizzazione, i loro modelli di business e conseguentemente come si modifica la loro collocazione all’interno della filiera; fornire indicazioni di policy relativamente alle azioni regionali di innovazione a sostegno individuando in particolare le tipologie di servizi qualificati specializzati e orientati dei processi di digitalizzazione delle imprese” turistiche.

Tra gli organismi che possono accedere alle risorse: gli Atenei di Firenze, Pisa e Siena, l’Università per stranieri di Siena, Normale, Scuola Sant’Anna, Imt di Lucca, Cnr, l’Istituto italiano di tecnologia, quello nazionale di fisica nucleare, l’Istituto nazionale di astrofisica e quello nazionale di geofisica e vulcanologia, il Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria, e l’Enea.

Giulia Spalletta