Infortuni sul lavoro: in aumento nel 2019 in Umbria

Nel primo trimestre dell'anno, l'aumento percentuale è il più alto di tutta Italia, siamo infatti al +10 per cento

In aumento il numero di incidenti sul lavoro in Umbria in questo 2019. Lo ha comunicato l’Inail attraverso il suo bollettino trimestrale. Da gennaio a marzo, ci sono state 2.640 denunce contro le 2.405 dei primi tre mesi del 2018. Siamo, in percentuale, a un aumento che sfiora il 10 per cento, attestandosi esattamente al +9,8 per cento. Mediamente, ci sono state 30 denunce di casi al giorno.

Sono cinque, esattamente come dodici mesi fa, gli infortuni con esito mortale (212 in tutta Italia). Per quanto riguarda la denunce di malattie professionali, anche in questo caso c’è stata una crescita: da 647 a 665. Un dato in controtendenza, fa sapere l’Inail, visto che nel resto del Paese si è registrata invece una diminuzione. L’incremento percentuale del numero di denunce di infortunio è il più alto dell’intero Paese, dove tra gennaio e marzo, ci sono state un +3,14% di denunce nelle isole e +0,22% al Sud. In totale 157.715 infortuni (+1,9%). Nelle regioni del Centro la crescita è stata del 2,78%, nel Nordest del 2,12%, al Nordovest dell’1,51%.

Il 2018, nella nostra regione, si era chiuso con quasi tutti i segni ‘più’. Le denunce complessivamente erano state però 10.318, in calo dell’1,3 per cento rispetto al 2017, i casi mortali erano passati da 14 a 19. Per quel che riguarda le malattie professionali, avevamo avuto 2.218 denunce, con una crescita del 10 per cento rispetto all’anno precedente.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.