Foligno: Confcommercio chiama a raccolta il terziario per migliorare la città

Convocati il 2 maggio in occasione dell'Assemblea generale: il documento sarà poi sottoposto ai candidati sindaco

Confcommercio Foligno chiama a raccolta gli imprenditori del terziario in occasione dell’Assemblea generale del prossimo 2 maggio. L’occasione è la presentazione del documento che l’associazione vuole sottoporre a coloro che si candidano a sindaco della città. Ci sono decine di proposte per il centro storico, le periferie, gli eventi, le manifestazioni, le start up e le infrastrutture. Si chiama Proposta per un Protocollo d’intesa e Confcommercio Foligno vuole sottoporla a chi aspira a diventare primo cittadino.

Nel documento ci sono analisi e spunti operativi, su cui i candidati dovranno prendere impegni precisi e verificabili. Prima di presentare il documento ai politici, ci sarà il confronto con coloro che lavorano nel terziario. L’assemblea avrà luogo dalle 14.30 alle 15.30 nello Spazio Zut di Foligno. Aldo Amoni, presidente di Confcommercio Foligno, precisa: “Vogliamo ascoltare la voce delle imprese e per questo le invitiamo tutte alla nostra Assemblea. Grazie al contributo di tutti, metteremo definitivamente a punto la nostra Proposta di Protocollo d’Intesa, sulla quale misureremo i programmi dei singoli candidati alla carica di sindaco e la loro coerenza, dopo le elezioni, rispetto agli impegni assunti nella fase pre-elettorale”.

Continua: “I temi che abbiamo individuato sono già molti perché molto sono le emergenze del nostro territorio, risorsa ancora inespressa perché non viene messo in condizione di esprimere tutto il suo potenziale”. Quattro i nodi cruciali: “La riqualificazione di centro storico e periferia, progetto delle Gallerie Urbane, recupero funzionale dell’area dell’ex Zuccherificio e dell’Area del Foro Boario. Confcommercio vorrebbe impegnare fin da ora i candidati ad aprire un tavolo di confronto sul destino di queste aree così importanti per Foligno”.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.