Staffetta per la Speranza: oggi la tappa a Narni

Partita da Padova, porterà a Papa Francesco i messaggi di bambini e ragazzi con malattie oncoematologiche

Oggi arriva a Narni la ‘Staffetta per la Speranza’, l’ultramaratona benefica organizzata dalla Fondazione Città della Speranza Onlus, partita il 21 aprile e che si concluderà il 24 aprile. Si tratta di una manifestazione che ha l’obiettivo di abbracciare idealmente tutti i bambini e i ragazzi italiani colpiti da tumore, leucemia e malattie rare e di farsi portavoce delle loro aspettative presso Papa Francesco.

La staffetta è patrocinata dalla Regione Veneto e ha come testimonial Red Canzian, ex cantante dei Pooh. In totale, si percorrono 534 chilometri, da Padova in Vaticano. A correre personale dell’Arma dei Carabinieri e dell’Esercito. In tutto, 25 atleti che si passano il testimone azzurro e che, al termine dell’udienza generale del mercoledì presso il pontefice, sarà consegnato proprio al Papa da un bambino di quattro anni, guarito da retinoblastoma. All’interno del testimone ci sono messaggi di pazienti tuttora in terapia, ma anche di chi è guarito. “Città della Speranza vuole accendere i riflettori sull’importanza di sostenere la ricerca pediatrica per guarire quel 20% circa di pazienti con patologie oncoematologiche per i quali ancora non esistono cure efficaci e risolutive”.

La Fondazione è nata 25 anni fa, “contribuendo a innalzare notevolmente i tassi di sopravvivenza, portandoli dal 30% del 1994 all’80% di oggi. Ma molto resta da fare per raggiungere il traguardo della guarigione completa”. La Città della Speranza finanzia la diagnostica avanzata di leucemie, linfomi e sarcomi dei bambini di tutta Italia e sostiene l’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, il più grande centro europeo in questo ambito, interamente realizzato da attività di fundraising. Specificità, queste, che vogliono essere portate all’attenzione delle famiglie per affermare che non sono sole nella difficile esperienza della malattia”.

La staffetta ha preso il via il giorno di Pasqua dall’Istituto di ricerca pediatrica di Padova, ha fatto tappa a Codigoro (Ferrara), con l’alternarsi di Carabinieri della Legione ‘Veneto’. Il giorno di Pasquetta sono stati i militarti della sezione di atletica leggera del Centro Sportivo Carabinieri di Bologna a passarsi il testimone tra il Comune di Codigoro e Rimini, passando per Ravenna, Cervia, Cesenatico e Bellaria. C’è stato quindi lo spostamento in auto a Perugia da dove, oggi, è toccato al personale dell’Esercito percorrere altri 141 chilometri, da corso Garibaldi fino a piazza San Lorenzo a Formello (Roma), passando per Marsciano, Todi e Narni dove, in Municipio, ad accogliere gli atleti ci sarà l’assessore delegato all’associazionismo, Lorenzo Lucarelli.

Da Formello, mancheranno 30 chilometri per arrivare a piazza Papa Pio XII, in Vaticano, dove si concluderà la maratona e ci sarà il gonfiabile dell’arrivo. A correre ci saranno rappresentanti del Comando generale dell’Arma dei Carabinieri di Roma e il comandante della Legione ‘Veneto’. Il traguardo sarà tagliato dal fondatore di Città della Speranza, Franco Masello. Si può seguire la Staffetta per la Speranza anche attraverso i canali social. Chi li incontrerà per strada, è invitato a postare una foto indicando nell’hashtag #staffetteperlasperanza.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.