Scuole sicure: 139 mila euro destinati all’Umbria

Si contrasta lo spaccio di droga vicino alle scuole. Le domande dei Comuni hanno una scadenza: il 31 maggio

Inizia l’operazione ‘Scuole sicure’ e all’Umbria sono destinati 139 mila euro. Per la provincia di Perugia saranno 59.526,34, per quella di Terni 46.525,92, a Foligno 33.598,03. I Comuni interessati hanno l’obbligo di presentare la domanda di finanziamento in prefettura entro il prossimo 31 maggio.

Il contributo si compone di una quota fissa di 20 mila euro per tutti, a cui si aggiunge una quota variabile commisurata in base ai residenti al 1° gennaio 2018. Potrà essere utilizzato per la prossima stagione scolastica per realizzare servizi di videosorveglianza, per l’assunzione a tempo determinato di agenti di polizia locale, per il pagamento delle prestazioni di lavoro straordinario del personale di polizia locale, per acquistare mezzi e attrezzature, per la promozione di campagne informative volte alla prevenzione e al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Il ministro degli Interni, Matteo Salvini, ha sottolineato: “La droga è un’emergenza nazionale, sono pronto a convocare i rappresentanti della comunità e di tutti i soggetti interessati. Chi pensa che la droga non sia un problema si sbaglia di grosso, soprattutto nei dintorni delle scuole. I venditori di morte vanno colpiti e contrastati duramente”. Quindi: “Confermiamo l’impegno concreto a favore degli amministratori locali , rafforzando un’iniziativa inaugurata un anno fa, dedicando risorse specifiche per contrastare gli spacciatori vicino alle scuole”.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.