Arte: lo scultore ternano Giovannino Montanari a Matera 2019

Nella capitale europea della cultura 2019 propone la sua opera, 'Comitò', scultura alta 370 cm, realizzata con materiale composito

matera

Ci sarà anche il maestro Giovannino Montanari a Matera e parteciperà con una sua opera all’anno della cultura che vede il capoluogo lucano capitale del 2019. Racconta l’artista umbro: “Con grande emozione espongo all’ospedale di San Rocco mia ‘Comitò, scultura alta 370 centimetri, realizzata con materiale composito. Spero possa emozionare e stupire i visitatori che approderanno quest’anno nella Capitale europea della cultura 2019”.

Aggiunge: “Ricevere, con questa partecipazione, un riconoscimento così importante per la mia produzione artistica, contribuisce a darmi uno stimolo in più per continuare a diffondere la mia personale visione dell’arte”. I ringraziamenti: “A Giuseppina Travaglio, per aver reso tutto questo possibile, al mio curatore Marco Grilli per avermi accompagnato in questa avventura realizzando anche il testo critico, alla mia famiglia per avermi sempre supportato, a tutti i miei amici e collaboratori, da sempre al mio fianco insieme al mio procuratore in Germania Martin Wicke”.

L’artista ternano viene così raccontato proprio da Marco Grilli, storico e critico d’arte: “Come ho potuto sottolineare nella mia recensione critica che accompagna il Maestro in questa avventura, aprendo anche il suo ultimissimo catalogo monografico, non è il quadro che fa il Maestro ma è il Maestro che fa il quadro e che sa renderlo un segno tangibile e indelebile del proprio passaggio in questa vita terrena, fatta di esperienze vissute, emozioni e sentimenti”. E ancora: “Lasciarsi ammaliare dalle sue opere d’arte è davvero facile, così come perdersi nei meandri della sua immensa profondità cromatica, capace di virare dall’oro abbagliante delle cupole al nero più profondo dei suoi stucchi”.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.