Programma Elite: nel 2018 sei imprese umbre dentro, riconoscimento a Confindustria

Alunni: "Crescente consapevolezza della necessità di una crescita dimensionale e di dotarsi di strumenti che agevolino l'accesso a strumenti di finanza alternativa

Antonio Alunni

Confindustria Umbria è stata premiata dalla Borsa Italiana come Best Desk Performer 2018. La motivazione? Ha accompagnato sei imprese umbre all’interno di Elite, programma internazionale del London Stock Exchange Group, costituito in Borsa Italia nel 2012 con la collaborazione di Confindustria. Perché è nato Elite? Per accompagnare sviluppo dimensionale, organizzativo e manageriale delle imprese, in particolare di quelle con un modello solido e una chiara strategia di crescita. L’obiettivo è accelerare lo sviluppo delle suddette aziende, avvicinandole al mercato dei capitali e migliorando i rapporti con le banche e il processo di internazionalizzazione.

A questo scopi, sono stati costituiti 54 Elite Desk, dentro le associazioni territoriali di Confindustria. Insieme a quella umbra, hanno ricevuto il riconoscimento pure Confindustria Bergamo, Assindustria Venetocentro, Confindustria Chieti – Pescara e l’Unione degli Industriali della Provincia di Varese. Antonio Alunni, presidente di Confindustria Umbria, ha commentato: “La risposta delle nostre aziende rispetto al programma Elite dimostra la crescente consapevolezza della necessità di una crescita dimensionale e di dotarsi di strumenti che agevolino l’accesso a strumenti di finanza alternativa. Un processo che abbiamo supportato con la nostra azione associativa”.

Elite Desk di Confindustria Umbria è stata citata per l’attività di promozione del percorso Elite che, nel 2018, ha portato all’interno imprese come Sir Safety System Spa (abbigliamento da lavoro e antinfortunistico, Santa Maria degli Angeli), Saci Industrie Spa (detergenti per la casa e per la comunità, Perugia), Oma Spa (Industria aeronautica, Foligno), Sitem Spa (componenti meccaniche, Trevi), Liomatic Spa (distribuzione automatica di cibi e bevande, Perugia), VitaKraft Italia Spa (pet food, Castiglione del Lago).

Dal 2012 al 2017, in totale, erano state cinque le imprese che avevano partecipato al percorso: So.Ge.Si. Spa (servizi nella sanità, Perugia), Angelantoni ATT Spa (banchi prova per componenti e sistemi, Massa Martana), Oleificio Ranieri Srl (produzione di olio, Città di Castello), Meccanotecnica Umbra Spa (componenti meccanici, Campello sul Clitunno) e Eles Semiconductor Equipment Spa (testing di microprocessori, Todi). Altre dieci imprese si stanno preparando a entrare nel programma Elite.

Elite dura due anni, affianca le imprese ad alto potenziale nel loro sviluppo. Per il primo anno si fa un piano formativo dedicato, condotto da Sda Bocconi; per il secondo, attraverso il tutoraggio in azienda delle attività e dei processi di cambiamento culturale e organizzativo messi in atto. Elite inserisce le aziende in un metwork internazionale, il che le rafforza a livello di competitività, di miglioramento della governance e nei rapporti con investitori qualificati a livello globale.

A inizio 2019, erano 1.070 le imprese Elite, provenienti da 40 Paesi in tutto il mondo.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.