Export: aziende umbre sempre più internazionali, vale 2,107 miliardi

E la Camera di Commercio favorisce tale processo con un seminario per le pmi dedicato all’internazionalizzazione

Export in crescita per le imprese umbre: nei primi sei mesi del 2018 le esportazioni hanno raggiunto il valore di 2,107 miliardi di euro facendo registrare un +5,6% sullo stesso periodo dell’anno precedente (fonte Regione Umbria). Per quanto riguarda invece la sola provincia di Perugia, per i primi nove mesi Promos e il Sistema Camera hanno registrato esportazioni per 2,179 miliardi (+6,7% sullo stesso periodo dell’anno precedente). I dati sono stati diffusi nel corso del seminario organizzato dallo Sportello per l’Internazionalizzazione della Camera di Commercio di Perugia rivolto alle pmi ‘Come realizzare il Piano Export’.

Alberto Calugi, docente NIBI-Nuovo Istituto di Business Internazionale, nel corso del seminario ha spiegato come “in uno scenario contraddistinto da mercati sempre più globali, le imprese che intendono intraprendere o consolidare i rapporti commerciali con Paesi esteri devono declinare le proprie strategie di marketing internazionale a livello integrato. Hanno quindi bisogno di avere strumenti conoscitivi concreti per affrontare i nuovi mercati e di acquisire gli elementi chiave per competere nel panorama internazionale. L’essere piccoli – ha concluso – non esclude dalla possibilità di diventare dei buoni esportatori”.

Affinché questo avvenga le piccole imprese devono però superare i condizionamenti legati alla dimensione dell’impresa e proprio con questo fine la Camera di Commercio di Perugia con lo Sportello per l’Internazionalizzazione svolge un ruolo di prima assistenza. “I risultati che si stanno conseguendo a livello regionale e provinciale – ha dichiarato Mario Pera, segretario generale della Camera di Commercio di Perugia – ci incoraggiano”

Durante il seminario ai numerosi imprenditori intervenuti sono stati illustrati i punti chiave di una strategia di marketing internazionale pensata per una piccola impresa, iniziando dalla fase preliminare di studio dei mercati esteri e di analisi della domanda e della concorrenza. In particolare il relatore si è soffermato sui principali aspetti del marketing internazionale; sulla struttura di un marketing plan internazionale; sulle analisi del mercato, segmentazione, targeting e posizionamento; sul Marketing-Mix Internazionale; sugli aspetti economici e finanziari; sull’implementazione del Piano e sui principali aspetti organizzativi.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.