Nicolè Traslochi (Mestre, Venezia): “Da oltre 20 anni al servizio di un settore ancora poco riconosciuto”

Claudio Barbierato riflette su un ambito lavorativo ancora poco sostenuto a livello di istituzioni, nonostante alcune eccellenze, come la realtà mestrina, lavorino da decenni e con successo per aziende ed enti pubblici e privati

Un mondo fortemente specializzato, caratterizzato da una notevole complessità tecnica e operativa. È quello dei traslochi, come sottolinea Claudio Barbierato, dagli anni ’90 al timone di una delle aziende più importanti del settore, Nicolè Traslochi, nata nel veneziano e ad oggi specializzata a livello nazionale e internazionale, tra traslochi civili ed industriali.

Un settore tanto specialistico, quanto poco riconosciuto a livello di istituzioni e normative che lo supportino: “Ogni trasloco comprende tante figure specializzate che vi ci lavorano e che devono essere a conoscenza di tutte le norme in vigore dal momento del sopralluogo fino alle tematiche di autorizzazioni per l’occupazione del suolo pubblico, ad esempio. Per la legge, però, il traslocatore altro non è che un autotrasportatore per conto terzi. Questo anche nonostante il lavoro fatto negli anni dall’Associazione Imprese Traslocatori Italiani – AITI – che qualche anno fa ha censito ben 3.500 operatori per un volume di affari che superava all’epoca i 4 miliardi di euro”.

Barbierato sostiene la necessità di una più concreta regolamentazione del settore: “La sua mancanza porta troppo spesso a sottovalutare questo settore, talora considerato attività secondaria per alcune aziende”. Per non parlare dell’esigenza di formalizzare le normative di questo lavoro soprattutto in termini di fisco e sicurezza sia per chi vi lavora che per il cliente: “Molto spesso i consumatori, privati, aziende o enti che siano, tendono a pensare più al portafogli che a ciò che si può rischiare affidando i propri averi a non professionisti inesperti. Per non parlare di ciò che può accadere nel caso di incidenti a cose e persone, soprattutto”.

L’abusivismo, dunque, rimane uno dei più seri problemi di questo ambito, come conclude Barbierato: “Per la nostra azienda, affidabilità, serietà ed esperienza sono al primo posto, unite alla cura nei confronti del cliente e dei suoi beni. Purtroppo, però, le realtà di questo settore devono combattere quotidianamente con il fenomeno dei traslocatori abusivi.

Nell’attesa di un maggior aiuto da parte delle istituzioni, è bene che le aziende serie continuino il loro impegno in termini di maggior consapevolezza in materia di rischi da parte dei clienti”.

SCOPRI DI PIÙ

Visita il Sito Nicolè Traslochi

Leggi anche Sicurezza, qualità e pianificazione: ecco come scegliere un buon traslocatore

Leggi anche Mestre (VE) – Nicolè Traslochi: “lavorare in sicurezza è garanzia di successo”

Leggi l’approfondimento Ansa Una nuova immagine per Nicolè Traslochi e l’obiettivo di regolarizzare il mercato

Leggi l’approfondimento Ansa Mestre (Ve) – Nicolè Traslochi: “Ecco perché il nostro settore è poco riconosciuto”

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.