Gubbio e Star Wars: tutto pronto per la mostra delle mostre

Dal 9 marzo al primo settembre astronavi, pellicole, gadget, videogiochi e pezzi per collezionisti in città

Gubbio accoglie le astronavi. No, non sono sbarcati gli alieni. Ma tra pochi giorni, dal 9 marzo, si aprirà una mostra dedicata a Star Wars, ai personaggi della saga, ai gadget. Una vera e propria festa per gli amanti del genere, visitabile fino al primo settembre al Centro servizi Santo Spirito. A promuovere l’iniziativa tre associazioni, ‘La Medusa’, ‘Host’ e ‘Iridium’.

Alla presentazione dell’evento di livello nazionale il sindaco Filippo Mario Stirati: “Questa mostra è il consolidamento di un’unione tra pubblico e privato che ha già dato i suoi ottimi frutti con l’esposizione dedicata alla Lego l’anno scorso, e che ora si struttura come un vero e proprio sistema di promozione di città e territorio”. L’assessore Nello Fiorucci gli ha fatto eco, ricordando quanto è importante fare squadra. “In questo caso, crediamo che il pubblico coinvolto sia molto ampio, dato che la saga di Guerre Stellari ha milioni di appassionati in tutto il mondo”.

Le associazioni Host, Iridium e La Medusa hanno già collaborato insieme nel 2018 con Gubbio Brik Art, portando in città oltre 17 mila visitatori. “Questa volta abbiamo cercato di fare un salto di qualità” ha spiegato Elisa Polidori, de ‘La Medusa’. La vendita dei biglietti sarà su Ticketone: “E i contatti con i fan club della saga, sparsi per il mondo, stanno dando moltissimi risultati”.

Ma cosa accadrà esattamente a Gubbio durante la mostra? Ci sarà davvero una sorta di sbarco degli alieni. Laboratori, eventi a tema, la parata in costume del 25 aprile, con tanto di spade laser per i bambini. Il 16 e il 17 marzo la mostra sarà in trasferta a Bastia Umbra, dove verrà presentata alla fiera ‘Bcomics’, dedicata al mondo dei fumetti. Gubbio avrà un vero e proprio museo temporaneo con excursus cronologico della saga: oggetti, gadget, articoli, pubblicazioni, collezioni private di appassionati, rarità ancora impossibili da svelare. Ci sarà naturalmente anche lei, la pellicola cinematografica originale di ‘Guerre Stellari’. E poi action figure, come la Kenner, Lego a tema, costumi, giocattoli, videogiochi, poster autografati, busti a grandezza naturale, astronavi in scala, la lastra di Carbonite di Han Solo.

La mostra ha l’ardire di presentare tutta la storia, fin dalla sua nascita nel 1977, con il primo film, per arrivare poi ai nostri giorni. Ci saranno dunque tre aree tematiche, ispirate alle tre trillogie: una del 4°, 5° e 6° episodio, la più datata, un’altra del 1°, 2° e 3°, l’ultima con il 7° e l’8°. Non c’è il 9 e il motivo è presto detto: arriverà nelle sale cinematografiche tre mesi dopo la chiusura della mostra eugubina, a dicembre di quest’anno. A proposito di appassionati di Guerre Stellari, forse vi farà piacere sapere che George Lucas, colui che ha inventato una saga di questo livello, ha acquistato una casa sul Lago Trasimeno. Una saga che ha avuto finora un incasso totale di nove miliardi di dollari, rendendo Star Wars il secondo franchise cinematografico più redditizio dopo il Marvel Cinematic Universe.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.