Mainò (Coldiretti Campagna Amica): “Boom perché la gente riscopre la stagionalità”

Il numero di Agrimercato Perugia: "Il fatturato totale di queste aziende agricole è di 5 miliardi e mezzo"

Giordano Mainò è un produttore Coldiretti e Campagna Amica, nonché presidente dell’Associazione Agrimercato Perugia. Ci siamo rivolti a lui, dunque, per sapere come sta andando il mercato, quali sono le novità e i vantaggi che ha portato Campagna Amica alle aziende.

“Campagna Amica incentiva le aziende produttrici a diventare anche venditrici. E’ successo anche a me, che prima producevo solo legumi e cereali e ora li trasformo in farina e poi in pasta, facendo dunque pure vendita. Naturalmente, sono prodotti locali quelli utilizzati dalla aziende aderenti a Campagna Amica”. Il progetto di Coldiretti si è rivelato importantissimo fin dall’inizio. E c’è un segreto in questo successo: “Ha posto in risalto il ruolo dell’agricoltore. Le aziende adesso producono e vendono. Io faccio pure confezionamento per conto terzi e ho avuto solo vantaggi dall’adesione a Campagna Amica. C’è più clientela, interessata non solo ai sapori stagionali e locali, ma anche a saperne di più su come vengono prodotti e lavorati”.

Le piccole aziende, in particolare, hanno potuto aprirsi una nicchia di mercato, altrimenti impensabile. “A Perugia c’è stato un forte incremento, soprattutto da parte delle piccole e medie imprese. Ma non dimentichiamo che Campagna Amica ha portato pure gli agroasili, le fattorie didattiche. Io ho scoperto, per esempio, che i bambini di oggi non sanno nulla della natura. Una volta, il bambino di un classe mi ha detto che vendevo le mie pecore a peso d’oro. Aveva scambiato l’etichetta con numero dell’Asl per il prezzo”.

Le aziende agricole di oggi non sono più semplicemente quelle dove vai ad acquistare il prodotto, ma anche quelle che ti guidano nella riscoperta dei sapori. Che ti fanno toccare con mano ciò che poi finisce nei nostri piatti: “Diamo anche spiegazioni su come cucinare una cosa piuttosto che un’altra. Io, poi, sono curioso, entro spesso in cucina per poi spiegare c’è stato preparato quello che vendo”. Al momento c’è solo il progetto da parte di Mainò di aprire pure un ristorante, ma sono molte le aziende che lo hanno già fatto.

Nel Perugino sono circa 160 gli iscritti a Campagna Amica. A livello nazionale, il fatturato arriva a cinque miliardi e mezzo. Numeri imponenti. “Coldiretti ha deciso di restringere ulteriormente le regole per gli agriturismi aderenti. Ciò che viene usato deve essere assolutamente a chilometro zero perché solo così dai un valore aggiunto, usando i prodotti della propria o delle altre aziende agricole della zona”.

Prima dell’estate dovrebbe essere inaugurato anche il primo mercato coperto di Campagna Amica Coldiretti a Perugia. Una superficie permanente di 1.300 metri in cui saranno show cooking, vendita diretta dei prodotti e, per chi vuole, anche ristorazione. In Italia, se ne contano già 60 – 65. Se nel Perugino c’è dunque molto fermento, nel Ternano come va? “Lì ci sono più difficoltà, ma vogliono aprire un mercato coperto di Campagna Amica. Anche se le aziende aderenti al momento sono soltanto sei mentre da noi sono 18”.

Chiude con altri numeri il presidente perugino: “Campagna Amica Coldiretti è l’associazione europea con più iscritti, 1.300.000 aziende. Il grande successo che ha avuto dimostra che si è lavorato bene. Favoriti anche dal ritorno alle origini di buona parte della popolazione, che oggi cerca il prodotto genuino e soprattutto la stagionalità. Lo scrive bello grande”.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.