Giovani e imprenditorialità, nuove iniziative al WeGil di Roma

La Regione Lazio in prima linea per la cultura d'impresa: sono state infatti presentate al WeGil di Roma le iniziative regionali per la promozione dell'imprenditorialità tra giovani

giovani

Sono state presentate oggi al WeGil di Roma, dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e dall’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Gian Paolo Manzella, le iniziative regionali per la promozione dell’imprenditorialità tra i giovani e sono stati premiati dei progetti di startup innovative e spin-off della ricerca che hanno vinto il bando regionale Pre-Seed.

È stato anzitutto presentato “Startupper School Academy”, il programma della Regione che anche quest’anno promuove l’imprenditorialità e la creatività nelle scuole superiori del Lazio, attraverso attività di formazione in classe, attività presso gli incubatori di impresa regionali e challenge e competizioni tra gli studenti. Si sono già svolte tre edizioni di questo programma, tra il 2015 e il 2018, coinvolgendo in totale 494 istituti scolastici, 15.861 studenti e 907 docenti. Sono stati anche presentati due dei progetti premiati nella scorsa edizione, particolarmente significativi: “Smartdress”, realizzato da un gruppo di studenti dell’Iiss John Von Neumann di Roma, e “Make Eat Easy”, ideato da degli alunni dell’Iiss Nicolucci-Reggio di Isola del Liri (FR).

È stato poi il momento del racconto delle attività che si svolgono nel mondo dell’Università a favore dell’imprenditorialità. In particolare, è stato invitato il professor Carlo Alberto Pratesi, docente di Economia e Gestione delle Imprese all’Università di Roma Tre, referente del programma Dock3, il percorso di training e incubazione per startup dell’Università degli Studi Roma Tre.

Infine sono state illustrate le azioni in campo per sostenere la nascita e sviluppo di nuove imprese innovative nel Lazio. Più nello specifico sono stati presentati i risultati fin qui raggiunti dal bando regionale Pre-Seed, destinato a sostenere startup innovative e spinoff della ricerca; un avviso da 4 milioni che concede agevolazioni fino a 100.000 euro, che è ancora aperto. Fino a oggi il bando ha sostenuto 64 progetti (41 startup innovative e 23 spinoff) per un contributo complessivo di 2,8 milioni di euro. A raccontare questo bando e la loro esperienza erano presenti gli autori di tre dei progetti vincitori che hanno illustrato storie e progetti di: Powahome, impresa che crea sistemi di controllo remoto per le abitazioni; Vik School, che crea videogames per l’apprendimento della matematica nei ragazzi delle elementari e delle medie e Idroluppolo, che produce birra con la tecnica idroponica.

“Oggi è una giornata importante perché completa quella di martedì scorso a Milano, dove abbiamo presentato lo strumento Lazio Venture; noi siamo, lo ricordo, la Regione che investe di più in startup”. Così l’assessore Manzella, a margine dell’evento. “Oggi facciamo vedere l’altra parte – ha continuato – quello che noi facciamo nelle scuole e per aiutare i ricercatori universitari a fare la propria impresa. Molto importanti sono i finanziamenti che diamo alle giovani startup per crescere. In particolare poi, sono quelli per i ricercatori, perché servono a dare gambe alle idee spesso molto interessanti che ci sono nelle università.” “Il bando Pre-Seed è ancora aperto – ha concluso Manzella – noi abbiamo premiato oggi la seconda tranche di progetti, ma ci sono ancora delle risorse disponibili. Quindi, chi ha idee si metta in gioco.”

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.