La Cna Umbria a sostegno delle nuove idee

Parte il progetto a sostegno di sei neoimprese della regione

Progetto ambizioso che per la prima in Umbria, si spende per la ricerca dei capitali a sostegno di nuove idee. E così venrdì scorso, sulla piattaforma Eppela, prima azienda di crowdfunding reward-based in Italia, via alla campagna che promuove progetti artigianali e imprenditoriali innovativi sul territorio umbro grazie a un progetto di Cna Umbria. Obiettivo: valorizzare lo spirito di iniziativa di chi vuole diventare imprenditore o lanciare un nuovo prodotto attraverso il finanziamento “dal basso” delle idee e dei progetti.
Per l’occasione, dopo una serie di seminari formativi sullo strumento del crowdfunding curati da Eppela e una fase dedicata alla presentazione delle idee da finanziare, sono stati sei i progetti selezionati. A tutti Cna Umbria offrirà non solo la possibilità di ottenere il finanziamento, ma anche un budget economico da spendere per la promozione sui social e un servizio di ufficio stampa a supporto.
Questi i progetti selezionati per la call, che sarà possibile sostenere per 40 giorni con piccole o grandi cifre per il raggiungimento degli obiettivi stabiliti. Eccoli, allora:Anonima Distillazioni (http://bit.ly/Adistill-eppela) per la produzione doc del ginepro adoperato per la fabbricazione di gin di qualità.

Kidsbit Festival (http://bit.ly/KidsBit-eppela)un festival ultragalattico per i millenials;

La webcam di Castelluccio (http://bit.ly/WebCastell-eppela) pr raccontare un territorioPizza a cono (http://bit.ly/PizzaConoeppela) per cambiare la pizza ma solo la forma;

CremiAmo (http://bit.ly/CremiAmo-eppela) per un servizio di cremazione per gli animali domestici.

BibiBurger (http://bit.ly/BibiBurger-eppela) dalla materia al prodotto finito, tutto a vista e davanti al cliente.

Marcello Guerrieri

Esercita la professione di giornalista da oltre trent’anni: ha esordito con la cronaca locale per la redazione ternana de il Messaggero, per la quale ha anche curato, per un lungo periodo, pure gli aspetti sindacali ed economici delle aziende della provincia di Terni. Collabora tuttora col giornale romano. Ha seguito sin dall’inizio, l’evoluzione dei nuovi media, curando numerosi siti come quello di “Terninrete”