Quadrilatero, Marini: “Priorità finire Perugia – Ancona senza danni a imprese e lavoratori”

Riunione a Fabriano con il presidente della Regione Marche: "Aprire subito tavolo con ministeri e Anas"

Catiuscia Marini, numero uno della Regione Umbria, a Fabriano ha presieduto una riunione sulla crisi Astaldi e sulla situazione della Quadrilatero, insieme al presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, alla presenza degli assessori regionali alle Infrastrutture, Giuseppe Chianella e Anna Casini, e al presidente della società Quadrilatero, Guido Perosino. Hanno partecipato all’incontro diversi rappresentanti delle associazioni di categoria e delle imprese coinvolte nel fermo della Perugia-Ancona.

“La realizzazione completa della strada Perugia – Ancona è una priorità e resta ferma la volontà di Umbria e Marche per raggiungere questo obiettivo. Deve essere però altrettanto chiaro che non permetteremo che ciò avvenga cagionando danni ai nostri sistemi delle imprese, come purtroppo sta dimostrando il caso della crisi Astaldi”. Quindi, “la condizione prioritaria è che si trovi un modo per pagare le imprese creditrici che hanno effettuato i lavori e che ancora attendono i soldi”.

La presidente ha proseguito: “Non possiamo più rinviare la convocazione di un tavolo formale che affronti l’intera situazione, a cominciare dalla crisi Astaldi, così come abbiamo chiesto al ministro Toninelli. A questo tavolo ci deve essere assolutamente l’Anas, proprietaria del 93% della società Quadrilatero, il ministero delle Infrastrutture e quello per lo Sviluppo economico. Ci devono essere i commissari della procedura concordataria in continuità per Astaldi e naturalmente Marche e Umbria. Infine, i rappresentanti delle imprese e dei lavori dei territori. Bisogna avviare subito un percorso che renda possibile la ripresa dei lavori e dei cantieri, il completamento dell’opera, ma senza danno a imprese e lavoratori”.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.