Roma, torna la “Global Game Jam”

Dal 25 al 27 gennaio al Tempio di Adriano torna la "Global Game Jam", il più grande hackathon mondiale dedicato allo sviluppo di videogames

videogames

Programmatori, grafici, designer, musicisti e sviluppatori di nuovo insieme per creare un videogioco in sole 48 ore. È la Global Game Jam, il più grande hackathon mondiale dedicato allo sviluppo di videogames che si terrà nell’ultimo weekend di gennaio nelle principali città di più di 95 Paesi del mondo, tra cui Roma.

La Jam romana – organizzata da Codemotion e Innova Camera, l’Azienda speciale della Camera di Commercio di Roma che promuove annualmente Maker Faire Rome – si terrà nel Tempio di Adriano, Sala storica dell’Istituzione camerale (a partire dalle 16,30 del 25 gennaio fino alle 19 del 27) con oltre cento partecipanti da tutta Italia che avranno la possibilità di sviluppare la propria creatività, esprimersi e condividere esperienze attraverso il linguaggio universale dei videogiochi. E il “Global Game Jam 2019” di Roma rientra nel calendario di appuntamenti di “Aspettando Maker Faire Rome”, il programma annuale di avvicinamento al più grande evento europeo sull’innovazione. Main sponsor dell’edizione di quest’anno è AIV – L’Accademia Italiana Videogiochi, primo istituto italiano di alta formazione nel settore videoludico.

Quest’anno alla Global Game Jam parteciperà anche un team formato da ragazzi tra i 14 e i 16 anni provenienti dai laboratori edutech di Codemotion Kids!, il progetto educational di Codemotion che accompagna bambini e ragazzi alla scoperta del mondo attraverso il coding, la robotica, l’elettronica e il making. Supportati dai mentor di Codemotion Kids!, il team di under 18 si cimenterà nello sviluppo di un videogioco esplorando le varie fasi di realizzazione e respirando l’atmosfera di un ambiente di sviluppatori professionisti.

La Global Game Jam di Roma, con la sua particolare atmosfera che favorisce la sperimentazione senza particolari regole, è culla di interessanti storie di successo per gli sviluppatori del nostro Paese.
Nel 2015, un team di ragazzi conosciutosi alla Jam ha deciso di fondare un’azienda vera e propria (Invader Studio http://www.invaderstudiosofficial.com/site/ ) e lavorare a tempo pieno sullo sviluppo gaming. Oggi sono in uscita sul mercato con il fantastico Daymare 1998.

MorbidWare ha immesso sul mercato il gioco con cui ha vinto alla Jam del 2016 (Ray Bibbia, oggi Textorcist) grazie ad un contratto con un importante publisher straniero.

Ideata nel 2009 dall’International Game Developers Association, la “Global Game Jam” è una maratona di programmazione in cui i Jammers, sviluppatori riuniti o in solitaria, professionisti o aspiranti tali, in 48 ore si sfidano per produrre un prototipo funzionante di videogioco. Tutti i progetti presentati saranno poi disponibili gratuitamente per il vasto pubblico on line, sul sito della Global Game Jam (http://globalgamejam.org) e alcuni di essi sono spesso la base di prodotti innovativi che usciranno poi in seguito sul mercato del gaming. Nella sua ultima edizione, nel gennaio 2018, la Global Game Jam ha coinvolto 750 città di 95 Paesi, con lo sviluppo di oltre 7mila videogiochi in un solo fine settimana.

Quest’anno ci saranno oltre 850 Jam in contemporanea mondiale sparse in 110 Paesi, tra le varie città coinvolte: Londra, Parigi, Madrid, Berlino, Amsterdam, San Pietroburgo, Puerto Rico, Tokyo, Sidney, San Francisco, New York, Toronto, Pechino, Aukland, Bangalore, Abu Dhabi, Cape Town, etc.

Si tratta di un vero e proprio esperimento sociale che permetterà ai partecipanti di collaborare e sperimentare fuori dagli schemi ordinari.

La Global Game Jam di Roma è il primo evento di rilievo che rientra nel calendario di appuntamenti di “Aspettando Maker Faire Rome”, il programma annuale di avvicinamento al più grande evento europeo sull’innovazione giunto alla sua settima edizione.

AIV: L’Accademia Italiana Videogiochi – primo istituto italiano di alta formazione nel settore videoludico – è stata fondata nel 2004 a Roma da Luca De Dominicis. AIV offre corsi di Grafica 3D, Programmazione per Videogiochi e Game Design, ai quali recentemente si è aggiunto il Master di I Livello in Musica per videogiochi in collaborazione con il Conservatorio di Santa Cecilia. L’offerta formativa di AIV è rivolta a tutti i ragazzi interessati a lavorare nella gaming industry, un settore fortemente in crescita sia in Italia che all’estero.

“AIV promuove iniziative come la Global Game Jam, che stimolano la collaborazione fra persone provenienti da background diversi e lo spirito del team, utilizzando il videogioco come strumento di creatività e unità. Siamo lieti di poter sponsorizzare per il terzo anno consecutivo la jam – afferma Luca De Dominicis, fondatore di AIV – e auspichiamo lo sviluppo di giochi sempre più di qualità e innovativi.”

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.