Promozione turistica, grandi eventi anche per il 2019

Sono stati confermati per il 2019 eventi di grande richiamo, potenziando la loro funzione di attrattore turistico

eventi turistici

La conferma anche per il 2019 dei cartelloni dei grandi eventi finanziati con la legge 7/1955, l’aumento del 20% del contributo, la possibilità di chiedere l’anticipazione prima dell’evento, la proroga al 15 febbraio per la presentazione della rendicontazione delle manifestazioni già finanziate nel 2018. Sono alcuni dei punti salienti della delibera approvata oggi dalla giunta regionale, su proposta dell’assessora del Turismo, Artigianato e Commercio Barbara Argiolas.

La delibera va incontro alle esigenze degli organizzatori con l’obiettivo di agevolare la programmazione delle manifestazioni di grande richiamo, potenziare la loro funzione di attrattore turistico e riordinare e facilitare le modalità di accesso ai contributi, dando certezze sull’anno in corso già dal mese di gennaio. I contributi spettanti alle manifestazioni in graduatoria aumentano e si mantengono la quota di risorse a disposizione dei comuni sotto i 5mila abitanti e l’anticipazione sul contributo concesso, già introdotta l’anno scorso.

La delibera prevede infatti che, per il 2019, siano confermate le manifestazioni inserite nel cartellone unico dei maggiori eventi della tradizione regionale e dei grandi eventi culturali e sportivi e i cartelloni tematici (spettacolo e cultura; manifestazioni folkloristiche e tradizionali; turismo enogastronomico; artigianato artistico e tradizionale; turismo religioso; sport; turismo congressuale): per questi viene riconfermato anche per il 2019 l’importo del contributo riconosciuto in sede di ammissibilità per l’annualità precedente, con una maggiorazione del 20% (ad eccezione degli eventi sportivi). Confermato anche il cartellone degli eventi con valenza di “animazione territoriale nei centri con popolazione non superiore ai 5.000 abitanti.

Il testo approvato dall’esecutivo, nell’ottica della semplificazione e chiarificazione delle procedure amministrative, individua anche i criteri e requisiti di ammissibilità e valutazione, le modalità di pagamento del contributo, una parte del quale potrà essere anticipato, le procedure di rendicontazione. Inoltre, rilevate le complessità legate alla presentazione della rendicontazione delle manifestazioni finanziate nel corso dell’anno 2018, la delibera proroga al 15 febbraio 2019 il termine ultimo per la presentazione della documentazione.

Infine, novità per le manifestazioni sull’artigianato artistico e tradizionale della Sardegna: quelle che rientrano nella programmazione regionale dovranno garantire la valorizzazione e la visibilità dei prodotti artigianali a marchio ISOLA o inclusi nella vetrina digitale dell’artigianato artistico SardegnaArtigianato.

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.