Olivier Strebelle, l’uomo che sussurra ai muscoli

Profonda conoscenza dell'anatomia del corpo umano e capacità di coglierne i segnali sono due caratteristiche dell'osteopata. “Il corpo umano è come una mappa. Se avvertiamo un dolore in una regione del nostro corpo – spiega l'osteopata Strebelle che esercita la sua attività a Roma da circa venti anni – l'origine è quasi sempre in un altro luogo, altrove”.

Alcuni suoi pazienti lo definiscono “l’uomo che sussurra ai muscoli”, per la capacità di “saper ascoltare e parlare al corpo umano”. Olivier Strebelle, osteopata a Roma, ha una formazione internazionale e quattro lingue nel curriculum quotidiano (inglese, francese, spagnolo e italiano) che lo rendono punto di riferimento per lavoratori stranieri che risiedono nella capitale, turisti oppure diplomatici alle prese con problemi articolari, dolori, indolenzimenti all’apparato muscolo-scheletrico. “La lingua parlata in sé conta poco – sottolinea simpaticamente Strebelle – poiché muscoli, ossa e articolazioni hanno un linguaggio universale, che per un osteopata è basato su profonda conoscenza dell’anatomia del corpo umano e capacità di saper leggere e comprendere i segnali che il corpo umano lancia”. E’ questa la missione dell’osteopatia, una disciplina basata sul contatto manuale per la diagnosi e il trattamento di alcune disfunzioni, terapia alternativa alle metodiche classiche più diffuse che l’Organizzazione mondiale della sanità inserisce dal 2013 tra le medicine tradizionali e complementari. In Italia, dal 31 gennaio 2018, è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana la legge 3/2018, all’interno della quale si individuano le professioni sanitarie dell’osteopatia.  Sempre dal 2013 c’è stato anche il riconoscimento della professione di osteopata, con l’istituzione anche del ROI, Registro Osteopati Italiani, che dal 1989 difende e promuove questa meravigliosa professione, e detta delle regole rigide di iscrizione, anche se i percorsi di formazione e le diverse tecniche variano in base alle scuole (italiane) ed estere.

“Siamo tutti figli della scuola dello statunitense Andrew Taylor Still che da figlio di buon pastore (oltre che medico) quale era, ha iniziato a studiare i movimenti del corpo umano e soprattutto i rimedi al dolore. Umano” racconta Strebelle. “Still nell’800 si chiedeva come fosse possibile che Dio avesse creato l’uomo e la malattia senza dare rimedio a essa. Da lui sono nate diverse scuole in Inghilterra, poi in Francia, Belgio, e in Italia dove alcune scuole propongono formazione che migliora annualmente.  La mia formazione – aggiunge – è avvenuta prima in Belgio con una laurea in Kinesiterapia, svariati corsi di specializzazione in kinesiterapia analitica, kinesiterapia respiratoria, Kabat, Posturale Mezière…, per proseguire con una formazione di cinque anni di osteopatia presso il C.B.O. a Bruxelles.  Tuttora mi sto specializzando con una meravigliosa tecnica messa a punto dal dottor Lawrence H. Jones, presso la “Jones Institute”. Ho studiato osteopatia per ben otto anni, poi in Italia per un percorso complessivo di dieci anni almeno, specializzandomi in alcune tecniche, come quella del dottor Jones, che consente di “riprogrammare il sistema neuro muscolare”, partendo dalla posizione di comodità del paziente”. “Ciò che però conta è l’esperienza – prosegue Strebelle – e il contatto continuo con i pazienti. Bisogna conoscere alla perfezione l’anatomia del corpo umano per poterne comprendere i segnali. L’80% dei pazienti viene da me lamentando ad esempio il mal di schiena. Basta osservare la loro postura, i loro movimenti per capire che il dolore ha origine altrove, a meno che non abbiano preso una martellata sull’osso dolente. Ciò che ci differenzia dai fisioterapisti è il fatto che come osteopati non trattiamo solo il dolore. Per noi è fondamentale rimuovere, se possibile, la causa che ha generato quel dolore”.

 

SCOPRI DI PIÙ

Leggi anche Alla scoperta del corpo umano con l’osteopata Olivier Strebelle

Leggi l’approfondimento Ansa Olivier Strebelle “Bastano 90 secondi per riprogrammare il sistema neuro-muscolare”

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.