Easy export & Trade Finance: il forum a Perugia

Export, e-commerce e opportunità per l'internazionalizzazione delle imprese nel seminario di Unicredit e Confindustria Umbria

Export, e-commerce e opportunità per l’internazionalizzazione delle imprese sono stati i temi principali trattati in occasione del seminario “Forum delle Economie: Easy Export & Trade Finance” e altri servizi per l’internazionalizzazione delle imprese”, organizzato da UniCredit e Confindustria Umbria, che ha ospitato l’incontro.

L’export italiano di beni di consumo attraverso canali digitali ha raggiunto a fine 2017 i 9,2 miliardi di euro, in aumento del 23% rispetto al 2016 (dati dall’Osservatorio Export della School of Management del Politecnico di Milano). Un fenomeno in sicura crescita, con ampie potenzialità ancora inespresse dal momento che rappresenta appena il 6,4% rispetto allo stock totale di esportazioni italiane di beni di consumo.

Un’opportunità da cogliere quindi per le imprese umbre. Nel primo semestre dell’anno in corso, infatti guardando ai principali settori di esportazione dell’Umbria si registra una crescita dell’11% sia per la meccanica (per un giro d’affari di quasi 400milioni di euro) che per l’industria alimentare (business per oltre 200 milioni di euro); mentre il comparto gomma-plastica raggiunge il +9,8% (per 100milioni di euro circa) e la metallurgia cresce del 5% (rappresentando un valore di circa 500 milioni di euro). (Fonte: elaborazioni Retail Value Management & Research su dati ISTAT aggiornati a settembre 2018)

Il “Forum delle Economie: Easy Export & Trade Finance” nasce quindi come segno tangibile dell’impegno di UniCredit sul territorio per sostenere essere partner non solo bancario nello sviluppo delle imprese.

L’incontro di ha previsto, in particolare, un focus su “Easy Export”: la soluzione di UniCredit pensata per le imprese che desiderano aprirsi ai mercati esteri e che sono alla ricerca di un servizio chiavi in mano, in grado di semplificare le procedure e i processi coinvolti. Il pacchetto di servizi offerti è stato sviluppato in collaborazione con Alibaba (la piattaforma di commercio tra aziende più grande al mondo, presente in 190 Paesi con 160 milioni di clienti – operatori professionali) e coadiuvato da leader di mercato nel web marketing (VarGroup) e nella logistica (Geodis). Inoltre per il tema digitalizzazione delle operazioni di Trade Finance sarà è stata presentata la piattaforma online Trade Finance Gate.

Ad aprire il Forum, i saluti introduttivi di Elio Schettino, Direttore Generale Confindustria Umbria e di Andrea Burchi, Regional Manager Centro Nord UniCredit. A seguire gli interventi di Marco Wallner, Head of Corporate Commercial Synergies, Corporate Sales & Marketing Italy UniCredit, sulle opportunità offerte da Easy Export e di Paola Castellacci, CEO Var Group, sull’offerta digitale per un export di successo; seguiti da Enzo Faloci, Direttore Umbria Export, l’agenzia per l’internazionalizzazione di Confindustria Umbria e Cristina Saluta, Trade Finance Sales UniCredit.

Ha chiuso la giornata di lavori, una tavola rotonda volta a stimolare il confronto tra imprenditori, testimonial del territorio e la banca, rappresentata dal Regional Manager Centro Nord UniCredit, Andrea Burchi. Moderatore Livio Stellati, Responsabile Territorial Relations Centro Nord UniCredit. Alla tavola rotonda hanno partecipato: Stefano Goretti, Vice Presidente Agricola Goretti Produzione Vini Srl e Nicola Mirabassi, Direttore Produzione Sterne International Spa

“L’export digitale – spiega Burchi – costituisce un’opportunità importante per lo sviluppo del business delle imprese e dell’economia di questo territorio. E’ possibile e necessario ampliare la platea di aziende capaci di trarre beneficio da azioni di internalizzazione e le nuove tecnologie rappresentano uno strumento formidabile in tal senso. UniCredit si impegna quindi ad offrire ai propri clienti soluzioni in grado di supportare la crescita delle aziende e lo sviluppo del loro business. Ne è un esempio Easy Export, pacchetto di servizi creato dalla banca, che consente l’accesso a soluzioni ad alto valore aggiunto: dalla creazione di una vetrina dedicata ai prodotti al supporto per la gestione delle pratiche di logistica, fino all’assistenza di un consulente dedicato. Un gateway integrato che combina innovazione ed esclusività, consentendoci di rafforzare ulteriormente la nostra posizione di partner bancario di riferimento per le aziende che vogliono internazionalizzarsi”.

“La scelta dei mercati internazionali è una scelta obbligata per le imprese umbre – ha commentato Silvio Pascolini, delegato al credito e alla finanza di Confindustria Umbria – Su questo terreno si giocherà nei prossimi anni la partita della competitività. I recenti risultati dell’export testimoniano un andamento positivo che ci conforta. Crediamo che strumenti come quelli presentati in questa occasione, sotto l’egida di Unicredit, possano supportare le imprese nelle fasi cruciali del rapporto con il mercato internazionale Anche per questo abbiamo condiviso volentieri con la UniCredit questa giornata di approfondimento su alcuni strumenti dedicati all’export, ed ecco perché stiamo investendo con determinazione sulla nostra agenzia per l’internazionalizzazione, Umbria Export”.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.