Turismo nell’entroterra, al via il progetto “VIVIMED”

Parte il progetto “VIVIMED - SerVIzi innovativi per lo sVIluppo della filiera del turismo nell’entroterra dell’area MEDiterranea” che mira a creare e sperimentare modelli innovativi di servizi turistici nell'entroterra

turismo

Il progetto “VIVIMED – SerVIzi innovativi per lo sVIluppo della filiera del turismo nell’entroterra dell’area MEDiterranea”, finanziato dal Programma di Cooperazione Transnazionale “Italia Francia Marittimo 2014-2020” con la partnership in Sardegna di ASPAL (Agenzia Sarda per le Politiche Attive del Lavoro) e Sardegna Ricerche e delle regioni Toscana, Liguria, Corsica e Provenza-Costa Azzurra, mira a creare e sperimentare modelli innovativi di servizi turistici nei territori dell’entroterra e a vocazione rurale, per promuovere i sistemi locali di qualità, il turismo sostenibile esperienziale e multi-stagionale.

In particolare il progetto intende: valorizzare l’eco-turismo nell’entroterra mediterraneo; migliorare e rendere più competitivo il turismo attraverso l’innovazione di servizi e prodotti turistici sostenibili; accrescere le competenze professionali e la competitività delle imprese del settore turistico avviando un processo di accompagnamento alle PMI; creare e rafforzare reti di imprese, anche informali, multisettoriali e definire ipotesi di sviluppo di filiera con individuazione di possibili canali di finanziamento.

L’avviso pubblicato è finalizzato al coinvolgimento nel progetto VIVIMED delle imprese e soggetti pubblici e privati, in forma singola o aggregata, operanti nei tre territori pilota coinvolti – Barbagia, Montiferru e Ogliastra nel settore dei servizi al turismo e filiere complementari, fortemente orientati all’innovazione e alla sostenibilità ambientale.

Saranno realizzate attività laboratoriali di progettazione partecipata, denominate Living Lab Ecoturismo, in cui i partecipanti avranno l’opportunità di: sviluppare prodotti e servizi turistici innovativi a livello territoriale; definire ipotesi di sviluppo di filiera e progetti immediatamente cantierabili, grazie alle misure di finanziamento dei progetti innovativi promossi dalla Regione Sardegna, di cui saranno beneficiarie le reti di imprese nel 2019; creare e rafforzare reti di imprese, anche informali, multisettoriali; beneficiare di un accompagnamento di esperti, attraverso sessioni di business e team coaching, consulenza sulle reti di imprese e sulla sostenibilità ambientale, per accrescere la capacità competitiva; esprimere i fabbisogni formativi che, elaborati in un documento di analisi, potranno costituire un input per futuri interventi; poter usufruire dei prodotti di comunicazione specifici che verranno realizzati; beneficiare di ulteriori vantaggi offerti da progetti complementari in corso sugli stessi territori, quali i progetti di cooperazione transnazionale Prometea e Terragir3.

L’assistenza tecnica è affidata al raggruppamento di imprese costituito dalle società Poliste (capofila), Primaidea e Simurg Ricerche.

I Living Lab Ecoturismo, percorsi di progettazione partecipata territoriale, saranno tre: “Living Lab Barbagia”, “Living Lab Montiferru” e “Living Lab Ogliastra”. Ogni percorso territoriale prevede n. 6 incontri di progettazione partecipata e accompagnamento alle reti di imprese coinvolte nelle aree Montiferru, Barbagia e Ogliastra. Ogni incontro di progettazione partecipata avrà una durata indicativa di mezza giornata, nel pomeriggio, e sarà svolto nel periodo compreso fra Novembre 2018 e Gennaio 2019per la coprogettazione di servizi/prodotti turistici innovativi.

Alla fine dei tre percorsi di progettazione partecipata sarà realizzato un evento conclusivo, con la presentazione dei risultati ottenuti.

 

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.