Via di Francesco: premiata alla Conferenza per il turismo culturale in Europa

Il percorso ha conquistato il Destination of Sustainable Cultural Tourism

La ‘Via di Francesco’ meglio del Zuid Limburg (Olanda) e del Cammino Lebaniego (Spagna). E’ quanto ha stabilito la giuria del premio internazionale ‘Destination of Sustainable Cultural Tourism’, assegnato dall’European Cultural Tourism Network-ECTN e dall’European Travel Commission e nato con l’obiettivo di accrescere la visibilità delle destinazioni del turismo culturale europeo, per creare una piattaforma per condividere esperienze e conoscenze e promuovere il collegamento in rete tra le destinazioni europee. La premiazione, che ha visto la partecipazione di Manos Vougioukas (segretario generale dell’European Cultural Tourism Network) e di Piet Jaspaert (vicepresidente di Europa Nostra), si è svolta nel corso dell’11esima ‘Conferenza per il turismo culturale in Europa’ che si svolge a Cipro (conclusione domenica 27 ottobre) nell’ambito dell’Anno europeo dei beni culturali 2018 (EYCH2018).

Il vicepresidente della Regione Umbria con delega al Turismo, Fabio Paparelli, nel dare la notizia della vittoria ha sottolineato come “l’European Cultural Tourism Network-ECTN e la European Travel Commission hanno riconosciuto e valorizzato gli sforzi compiuti in questi anni, anche rispetto ai risultati e al gioco di squadra che è abbiamo messo in campo”.

“Tra le motivazioni dell’importante riconoscimento all’Umbria – ricorda Paparelli – ci sono i risultati conseguiti da Regione Umbria e Sviluppumbria in quanto hanno prodotto risultati significativi relativi al miglioramento dell’esperienza dei visitatori nel rispetto delle tradizioni e al coinvolgimento delle comunità locali. La giuria ha ritenuto di premiare il tracciato anche perché consente di scoprire il territorio regionale, valorizzando aree meno conosciute, ma dall’eccezionale rilevanza culturale”. Mauro Agostini, direttore generale di Sviluppumbria, ha sottolineato come “il premio ci gratifica soprattutto per l’intenso lavoro di coinvolgimento delle comunità locali portato avanti con i comuni, le associazioni civili e religiose. Proprio la loro partecipazione è la chiave del successo della Via”.

Una vittoria importante quella de ‘La Via di Francesco’ anche perché ottenuta su avversari temibili come la regione olandese del Zuid Limburg (nel 2016 aveva ottenuto il titolo di Migliore destinazione al mondo da parte del WTTC World Travel & Tourism Council) e il Cammino Lebaniego, che all’interno dei Cammini di Santiago unisce il Camino del Norte con il monastero di Santo Toribio de Liebana (patrimonio Unesco dal 2015 e  tra i 4 siti di pellegrinaggio più importanti al mondo nel Medioevo).

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.