Leolandia Umbria: un passo in avanti per il grande parco da costruire in Umbria

Cinque Stelle e Lega si sono affiancate alla Regione dell’Umbria per spingere la pratica verso un approdo

La pratica di Leolandia il grande parco a tema che dovrebbe sorgere a san Liberato di Narni, riparte, spinta dai Cinque Stelle e dalla Lega, che l’hanno ripresa dalle secche dove era sprofondata; le due formazioni politiche si sono di fatto affiancate alla Regione che aveva dato il proprio appoggio sin dal primo giorno. Comunque sia, il progetto ha ridestato l’interesse di Invitalia, la società che dovrà certificare la bontà dell’operazione al Mise. E questa unità d’intenti è stata accolta dai cittadini del territorio provinciale con grande favore per evitare che Leolandia Umbria facesse la fine di Mirabilandia Due, che doveva parimenti sorgere a Narni ed invece è naufragata proprio perché non v’era alcun interesse comune. D’altra parte i numeri su cui si poggia la proposta sono davvero esaltanti e parla di centinaia di nuove assunzioni.

Marcello Guerrieri

Esercita la professione di giornalista da oltre trent’anni: ha esordito con la cronaca locale per la redazione ternana de il Messaggero, per la quale ha anche curato, per un lungo periodo, pure gli aspetti sindacali ed economici delle aziende della provincia di Terni. Collabora tuttora col giornale romano. Ha seguito sin dall’inizio, l’evoluzione dei nuovi media, curando numerosi siti come quello di “Terninrete”