Valnerina: a due anni dal sisma riapre il centro di riabilitazione di Cascia

“Si tratta della prima struttura sanitaria che riapre, in condizioni non provvisorie, in tutto il cratere del terremoto del 2016 nel Centro Italia” sottolinea l’assessore Barberini

Prossimo alla riapertura il centro di riabilitazione di Cascia, chiuso dal sisma del 30 ottobre 2016. A darne notizia è l’assesore alla Sanità della Regione Umbria, Luca Barberini. “Gli ultimi ritocchi – scrive sul proprio profilo Facebook – e nella seconda metà settembre ci sarà l’inaugurazione.Si tratta della prima struttura sanitaria che riapre, in condizioni non provvisorie, in tutto il cratere del terremoto del 2016 nel Centro Italia”.

Il centro di riabilitazione, che conta circa 40 posti letto tra riabilitazione e residenza sanitaria assistita, è stato realizzato in un edificio messo a disposizione dalle suore agostiniane e acquisito in locazione dalla Usl Umbria 2.

“La riattivazione della Riabilitazione – sottolinea l’assessore Barberini – rappresenta un simbolo importante per Cascia e per tutto il territorio della Valnerina, nel percorso della ricostruzione post sisma perché consente alla comunità di tornare a vivere, di riassaporare quella normalità che è condizione necessaria per un nuovo sviluppo del territorio”. Proprio per questo il giorno dell’apertura è prevista “una grande festa, una sorta di Festa della rinascita, un evento fra salute, benessere, musica e solidarietà. Ci saranno anche artisti, cantanti e  personaggi di fama nazionale che porteranno la loro solidarietà ai terremotati, contribuendo a promuovere il rilancio di tutta la Valnerina”.

E mentre rinasce il centro di riabilitazione, proseguono i lavori per la ricostruzione dei due ospedali della Valnerina, per i quali, come ricorda Barberini, sono stati stanziati 4,5 milioni di euro per Norcia e 3 milioni di euro per Cascia. “Nei prossimi mesi – prosegue l’assessore regionale alla Sanità – verrà bandita la gara per la progettazione, che permetterà di comprendere il costo reale degli interventi per la ristrutturazione e riqualificazione del presidio ospedaliero di Norcia e per la demolizione e ricostruzione di quello di Cascia e verificare se le risorse previste sono sufficienti o se sarà necessario integrarle. L’avvio dei lavori è previsto all’inizio del 2020”.

E in attesa della riapertura dei due nosocomi, “verranno ulteriormente rafforzati i servizi sanitari sul territorio. L’apertura del nuovo centro per la Riabilitazione a Cascia ne è ulteriore conferma. Così come l’imminente allestimento a Norcia, in unità mobili, di una postazione dialisi e di un gabinetto odontoiatrico e la ripresa delle attività di screening mammografico in Valnerina, attraverso la prossima attivazione di un mammografo mobile”.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.