Ospedale di Narni-Amelia: progetto esecutivo a società di Padova

L'appalto è stato vinto con un'offerta di 1.364.395,91 euro. La struttura disporrà in totale di 140 posti letto

Sarà la società RTP, capogruppo mandataria Steam Srl di Padova e mandante Promedia srl, a progettare il nuovo ospedale di Narni-Amelia. Lo ha comunicato il direttore sanitario della Usl 2, Imolo Fiaschini: “E’ un passaggio fondamentale per la realizzazione dell’opera, che sorgerà in località Cammartana e ospiterà complessivamente 140 letti, di cui 60 riservati alla medio – bassa specialità di Medicina con Ricovero ordinario e Day Hospital terapeutico medico e oncologico, nonché Chirurgia generale, Chirurgia ginecologica e Ortopedia con trattamenti ordinari – Day Surgery e Week Surgery, nell’ambito dell’integrazione funzionale con i servizi offerti dall’Azienda ospedaliera di Terni”.

Saranno poi realizzati altri 60 posti letto per il polo di riabilitazione intensiva, con annesso servizio territoriale, e 20 posti letto saranno riservati alla Rsa. Inoltre, sono previsti quattro posti letto tecnici di O.B.I. Pronto Soccorso, 14 di Dialisi e 16 per trattamenti ambulatoriali.

L’appalto è stato vinto con un’offerta pari a 1.364.395,91 euro, oltre IVA e oneri assistenziali e previdenziali di legge. Il tempo per l’elaborazione del progetto esecutivo è previsto in 96 giorni. Dopo la presentazione del progetto esecutivo, ci sarà la verifica e la validazione del progetto stesso. Sta dunque per avviarsi una gara per trovare un organismo di controllo accreditato. A questo punto, il progetto passerà alla Regione Umbria che, a sua volta, lo passerà al vaglio del ministero della Salute per la definitiva conferma. Accordato il finanziamento nazionale, ci sarà la gara per la realizzazione della struttura.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.