Pensionati Coldiretti Umbria: Berioli il nuovo presidente

Nominato dall'assemblea anche il nuovo consiglio direttivo. Rinnovati pure gli organi provinciali di Perugia e di Terni

“L’anima vera del mondo agricolo, sta nei profondi valori che esso riesce a trasmettere”: queste le prime parole di Roberto Berioli di Magione, operante nel settore vitivinicolo, eletto nuovo presidente dell’Associazione Pensionati Coldiretti Umbria.

All’assemblea elettiva dei soci senior, che ha nominato anche il nuovo consiglio direttivo, hanno partecipato numerosi pensionati: diversi gli argomenti discussi tra i quali il welfare, il regime pensionistico e il loro ruolo nell’affiancamento ai più giovani. Si è fatto il punto anche sulle attività e la partecipazione alla vita della Coldiretti, attraverso incontri periodici ed iniziative di sostegno all’imprenditorialità agricola regionale.

Intanto sono stati rinnovati anche gli organi provinciali: alla presidenza di Federpensionati Coldiretti Perugia eletto Ennio Proietti, imprenditore agricolo di Pantalla di Todi, mentre Sandro Stramaccia è stato confermato per la provincia di Terni.

Il presidente Coldiretti Umbria Albano Agabiti, nell’augurare buon lavoro ai neoeletti, ha espresso il forte auspicio che possano diventare sempre di più un punto di riferimento per l’organizzazione. “La figura del pensionato – ha ricordato infatti Agabiti – va rivalutata per la possibilità di poter svolgere un’importante funzione sia per le aziende agricole condotte da imprenditori più giovani, che nella società civile. Questo perché, i più anziani detengono un bagaglio di nozioni ed esperienze da cui è difficile prescindere sia in ambito lavorativo che familiare. La formazione delle giovani leve infatti, dovrebbe essere integrata con i saperi e i loro suggerimenti, utili anche nella gestione delle più comuni attività domestiche”

Nel corso dei lavori, cui ha partecipato anche Danilo Elia segretario nazionale Federpensionati Coldiretti, è stato infine ribadito come quella degli anziani rappresenti, anche per la comunità locale, una categoria fondamentale, ricca di esperienza e valori, che deve essere difesa per la sempre più alta rappresentatività a livello numerico e per l’importante ruolo che è chiamata a svolgere soprattutto in ambito familiare.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.