Firenze, rinasce il complesso universitario di Via Cavour

Via Cavour, rinasce l’ex complesso universitario con 426mila euro per riqualificare strade e aree verdi

Via Cavour

Al via il recupero dell’edificio di via Cavour, sede fino al 2010 dell’Università di Firenze, con un ‘tesoretto’ di oltre 426mila euro per riqualificare la zona. E’ quanto prevede il pacchetto legato alla convenzione per l’attivazione della scheda del regolamento urbanistico del complesso situato tra via Cavour e via Micheli che ha avuto oggi il via libera del consiglio comunale su proposta dell’assessore all’Urbanistica Giovanni Bettarini. “Un altro importante intervento per dare nuova vita a pezzi di centro storico – ha detto l’assessore Bettarini – riqualificando immobili dismessi e progettando un futuro con nuove funzioni. Grazie agli oneri di compensazione riusciamo anche a mettere in campo risorse importanti per la risistemazione di strade e aree verdi della zona di via Cavour”.

L’edificio, risalente agli anni ’30, si estende su una superficie utile lorda di 4.700 metri quadrati, con cinque piani fuori terra, più seminterrato. L’intervento consiste nel recupero della maggior parte dell’edificio (una porzione è occupata da uno sportello bancario) attraverso l’inserimento delle destinazioni direzionale e residenziale come elemento di tutela del nucleo storico. La somma dovuta a titolo di compensazione è di 426mila euro che saranno destinati a una serie di interventi. In particolare, 60mila euro al rifacimento dei marciapiedi di via Cavour su entrambi i lati; 150mila euro al rifacimento della carreggiata e dei marciapiedi di via Guelfa su entrambi i lati; 35mila euro alla realizzazione del collegamento in fibra ottica di via Cavour; 100mila euro alla realizzazione di un’area cani in piazza D’Azeglio con l’installazione di ringhiere artistiche e bordura vegetale per delimitare una parte dell’area verde, 80mila euro per la riqualificazione della carreggiata di via San Gallo.

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.