A Perugia verranno attivati oltre diecimila posti di lavoro sino ad agosto.

Lo dice la Camera di Commercio: le imprese non riescono a trovare facilmente ingegneri e tecnici.

Movimenti positivi dell’economia dell’Umbria: la Camera di Commercio di Perugia ha fatto sapere di aspettarsi più di diecimila nuove assunzioni per il trimestre che va sino ad agosto, un numero importante ma che nasconde difficoltà inaspettate: le imprese perugine non riescono a trovare, o lo fanno con fatica, gli operai nelle attività metalmeccaniche e elettromeccaniche”, i tecnici in campo informatico, ingegneristico e della produzione, gli operai nelle attività metalmeccaniche. Una contraddizione che si riflette in gran parte d’Italia, fenomeno che a Perugia però ha aspetti superiori.
Comunque nelle indicazioni della Camera di Commercio, nel solo mese di giugno le necessità occupazionali delle imprese risultano 3.950, in crescita del 14,1% rispetto al precedente mese di maggio. Va pure sottolineato che le assunzioni a tempo determinato, comunque a durata predefinita, prevalgono largamente su quelle a tempo indeterminato e di apprendistato: 78% contro 22%.
Ancora numeri per dire che dei 3.950 contratti previsti nel mese di giugno 1.698, il 43%, andrà a giovani con meno di 30 anni, il 12% a profili high skill relativi a dirigenti, specialisti e tecnici, e il 9% a laureati
Giorgio Mencaroni, Presidente della Camera di Commercio di Perugia: “I dati Excelsior riferiti al mese di giugno ’18 ci dicono che sono in crescita le necessità occupazionali delle imprese: giugno su maggio realizza un significativo + 14%. Anche se occorre tenere presente che su giugno si registra il picco dell’offerta di lavoro stagionale della filiera turistica. Le PMI con meno di 50 dipendenti si confermano le più dinamiche nella creazione di posti di lavoro, il 73% del totale. Il lavoro si concentra soprattutto nei Settori dei Servizi capaci di offrire un posto di lavoro su tre. Purtroppo cresce il numero delle aziende che incontrano difficoltà a reperire i profili professionali di cui hanno necessità: siamo oltre il 27% di tutte le imprese che offrono lavoro”.

Marcello Guerrieri

Esercita la professione di giornalista da oltre trent’anni: ha esordito con la cronaca locale per la redazione ternana de il Messaggero, per la quale ha anche curato, per un lungo periodo, pure gli aspetti sindacali ed economici delle aziende della provincia di Terni. Collabora tuttora col giornale romano. Ha seguito sin dall’inizio, l’evoluzione dei nuovi media, curando numerosi siti come quello di “Terninrete”