Industry 4.0, Cesare Ceraso: “Uscire dalla comfort zone per migliorare le prestazioni in azienda”

Cesare Ceraso

Si è svolta a Terni lunedì 11 giugno la nuova tappa del progetto di Confindustria Industry 4.0 – Preparati al futuro. Tra i temi affrontati il concetto di maturità digitale e la nuova configurazione della fabbrica intelligente nel mezzo della quarta rivoluzione industriale. A partecipare all’incontro anche Cesare Ceraso, Direttore per il Miglioramento Continuo per gli stabilimenti europei di Stanley e Black&Decker, che così ha commentato in che modo sia possibile allineare le organizzazioni alle innovazioni di prodotto e di processo degli ultimi anni:

“Se noi pensiamo a un telefono di 20 anni fa, vediamo che è un prodotto estremamente diverso da un telefono attuale, anche il modo in cui lo costruiamo è estremamente diverso. Quello che non è cambiato in questi anni sono le organizzazioni che sovraintendono al processo che dà origine a questo prodotto. Io credo che ci sia una necessità urgente di mettere mano alle organizzazioni, di reinventarle perché nelle nostre aziende non stanno arrivando solo dei nativi digitali ma, usando un termine un po’ forzato, arrivano anche dei nativi iperemozionali, delle persone che per motivarle, per spingerle all’impegno, dobbiamo utilizzare delle modalità diverse. Per questo, da qualche anno sto lavorando sul concetto di leadership consapevole, che spinga le persone, anche i nuovi arrivati a uscire dalla comfort zone per migliorare le nostre prestazioni in azienda.”

Guarda il video della tappa di Terni

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.