Il turismo torna ad essere trainante ad Assisi

I dati indicano che il periodo del terremoto è alle spalle. Crescita record nei primi quattro mesi dell'anno.

Torna il turismo ad Assisi e ci torna ad un livello che fa dimenticare la crisi del terremoto del 2016, quando la contrazione che seguì ai tragici fatti, ridusse in maniera considerevole il giro d’affari. A certificare l’inversione di tendenza ci pensa il Comune, che spiega come i dati turistici abbiano registrato oltre il +2% delle presenze turistiche ad Assisi nei primi 4 mesi del 2018 rispetto allo stesso periodo del 2016, con un picco del +19% registrato ad aprile, che ha significato ben 134.300 presenze rispetto alle 113.000 di due anni fa, mentre, rispetto al 2016 a livello regionale si evidenzia una diminuzione, che parla di -5,6% arrivi e -3,7% in presenze.
Questi nudi numero vogliono anche dire che il resto della regione recupera con grande difficoltà e quindi il boom turistico si basa solo, o quasi, sulla scelta dei visitatori di andare nella Città Serafica.
Altro dato del felice momento risulta dal fatto che la permanenza media torna a superare i due giorni. Interessante rimane il dato che prende in esame il primo quadrimestre 2018 che supera lo stesso periodo del 2016, che non va mai dimenticato, era il miglior dato registrato dal 1957. Per l’amministrazione questo vero exploit è anche frutto degli investimenti azzeccati compiuti nel campo del turismo e della ricettività in genere con una comunicazione importante e selezionata che ha dato, evidentemente i suoi frutti.

Marcello Guerrieri

Esercita la professione di giornalista da oltre trent’anni: ha esordito con la cronaca locale per la redazione ternana de il Messaggero, per la quale ha anche curato, per un lungo periodo, pure gli aspetti sindacali ed economici delle aziende della provincia di Terni. Collabora tuttora col giornale romano. Ha seguito sin dall’inizio, l’evoluzione dei nuovi media, curando numerosi siti come quello di “Terninrete”