Festival della prevenzione e dell’innovazione oncologica a Terni

Tre giorni nel capoluogo umbro per parlare di stili di vita da modificare, con un'unica parola d'ordine: prevenire per guarire

Si è tenuto a Terni il Festival della Prevenzione e dell’Innovazione in Oncologia, organizzato da Aiom con il supporto di Aucc. Il messaggio è stato univoco: guarire dal cancro è possibile, con la prevenzione. In piazza della Repubblica, per tre giorni, ha sostato il motorhome dell’Aiom, con la presenza di oncologi di Perugia e Terni.

Così Rita Chiari, coordinatrice di Aiom Umbria: “Oggi oltre 3 milioni di italiani sono guariti dal cancro, +30% negli ultimi 5 anni. Ciò è dovuto ai progressi della ricerca scientifica e soprattutto ad una sempre più diffusa cultura della prevenzione. Alimentarsi in modo sano, non fumare, praticare regolare attività fisica e partecipare ai programmi di screening sono le regole fondamentali della prevenzione oncologica”.

La situazione in Umbria: “Nella nostra regione si registrano circa 7mila nuovi casi di tumore l’anno. In particolare a Terni sono stimate circa 900 nuove diagnosi ogni anno, ma almeno il 40%, cioè 360 casi, potrebbe essere evitato adottando alcune semplici regole di prevenzione”. Stili di vita da modificare: il 30% degli umbri fuma (26% media italiana), il 22% è sedentario (33,6% Italia) e l’11% è obeso (10,7% Italia).

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.