Torneo ‘Città di Perugia’: Bartolini, “veicolo per far conoscere l’Umbria”

L’assessore regionale allo Sport evidenzia l’importanza della manifestazione di minirugby in programma domenica 20 maggio per la promozione turistica della città e della regione

Oltre 100 squadre coinvolte provenienti da tutta Italia per un totale all’incirca di 2000 ragazzi di età compresa tra i 4 e i 14 anni: sono i numeri della decima edizione del Torneo Minirugby ‘Città di Perugia’ che si disputerà domenica 20 maggio nell’Area verde di Pian di Massiano del capoluogo umbro.

L’iniziativa, presentata giovedì 17 alla Sala della Vaccara di Perugia da Federico Baldinelli (presidente del ‘Rugby junior asd’), ha il patrocinio della Regione Umbria, del Comune di Perugia, del CONI e della FRI ed è gestita attraverso il volontariato dei dirigenti, tecnici e genitori, nonché degli atleti e delle atlete di tutte le squadre del Club, dai più grandi ai più giovani. Alla presentazione, è intervenuto l’assessore regionale, Antonio Bartolini, insieme al sindaco di Perugia, Andrea Romizi, e ai rappresentanti di alcuni dei tantissimi sponsor che sostengono il Torneo.

“La prima edizione – ha detto Federico Baldinelli – fu ideata per celebrare il quarantennale del Rugby a Perugia e si pensò di fare un evento proiettato verso i giovanissimi, sono passati dieci anni e la manifestazione è cresciuta e attira nella città i Club da ogni parte d’Italia. Con questa decima edizione riproponiamo un appuntamento importante che negli anni è andato consolidandosi con un trend in continua crescita”.

“Lo sport – ha detto l’assessore Antonio Bartolini – è una leva molto importante per l’Umbria. Nelle classifiche del Sole 24 Ore la città di Perugia si conferma tra le prime per strutture sportive. Ciò è un vanto e ci spinge sempre di più ad organizzare manifestazioni che innescano un binomio virtuoso tra sport e turismo. Il Torneo Minirugby ‘Città di Perugia’ lo conferma perché permetterà di far apprezzare Perugia e l’Umbria a tutte le famiglie che arriveranno per questo grande giorno di sport e di festa”.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.