Birrificio Flea: premiato a concorso in Germania

La birra Bianca Lancia di Gualdo Tadino ha conquistato la medaglia d'argento al Meiningers International Craft Beer Award 2018

L’Italia, anzi l’Umbria, vince in casa dei più famosi produttori di birra, la Germania. E lo fa con il Birrificio Flea di Gualdo Tadino, che ha ricevuto il premio al Saalbau Centre di Neustadt, in occasione della quinta edizione di Meiningers International Craft Beer Award 2018, un concorso internazionale che ogni anno stila una classifica sulla base degli inviti della casa editrice Meininger Verlag GmbH. Un concorso dedicato alle birre speciali provenienti da tutti i Paesi del mondo.

Quest’anno erano 1.100 le partecipanti, provenienti da 29 Paesi. La Bianca Lancia del birrificio Flea, unico birrificio italiano premiato, ha vinto la medaglia d’argento nella categoria Belgian Style. Una grande soddisfazione per il fondatore Matteo Minelli e per il birraio Rolando Della Sera che, dall’inizio del birrificio, rende le birre Flea tra le più apprezzate e premiate dagli esperti mondiali. Tanto che in cinque anni il birrificio gualdese è riuscito sempre a crescere, andando oltre le migliori prospettive di sviluppo in Italia e all’estero.

Proprio in relazione agli ‘step’ graduali, proprio in questo mese si è deciso pure di ampliare lo spazio, il che porterà la capacità produttiva ad aumentare di cinque volte la produzione attuale. Pure nel 2017 le birre di Gualdo Tadino aveva sbancato all’estero, salendo sul podio del China Beer Awards, premio istituito a Hong Kong con lo scopo di far conoscere pure ai consumatori cinesi le birre artigianali provenienti da ogni parte del mondo.

Sottolinea Minelli: “Il riconoscimento ottenuto in Germania ci rende fieri e assume un valore molto importante perché arriva da un Paese in cui questa bevanda è fortemente radicata nella tradizione locale. Inoltre, a giudicare la qualità delle birre in concorso sono stati più di 80 giudici internazionali, molti dei quali birrai o sommelier o, comunque, esperti nei campi della ricerca e dell’insegnamento”. Le prospettive non possono che essere sempre migliori: “Ingrandendoci, andremo a rafforzare la nostra presenza sia in Italia sia oltre i confini”.

Tutte le birre Flea utilizzano due ingredienti fondamentali: l’acqua di Gualdo Tadino, celebre per purezza e qualità, e i malti dell’azienda agricola di proprietà del birrificio. Minelli aggiunge: “Le birre Flea non contengono cereali non maltati, non sono filtrate né pastorizzate, ma rifermentate in bottiglia, senza aggiunta di conservanti o additivi chimici, con lo scopo di preservare al massimo le loro caratteristiche organolettiche originali”.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.