Quinta edizione degli open days di Agraria: sabato e domenica prossimi

“A San Pietro - Scienza Arte Territorio”, questo il titolo dell’iniziativa dell’Università di Perugia

È il primo atto del prossimo anno accademico a scienze agrarie: sabato 5 e domenica 6 maggio, dalle ore 9 alle ore 19, verranno aperte al pubblico le porte del complesso monumentale di San Pietro, sede del Dipartimento di Scienze Agrarie che si interessa anche di scienze Alimentari e Ambientali (DSA3), per l’annuale incontro con la cittadinanza.
“A San Pietro – Scienza Arte Territorio”, questo il titolo dell’iniziativa, alla quinta edizione, si svolgerà nei luoghi dove ogni anno si laureano 120 dottori in scienze agrarie, alimentari e ambientali e dove docenti, studenti, personale tecnico-amministrativo e bibliotecario, con un impegno corale, accoglieranno centinaia di persone che hanno attenzione e curiosità per tutto ciò che scaturisce dalla terra e per le professioni ad essa legate.

“Abbiamo predisposto un programma ricco, articolato in tre percorsi, ‘scienza’, ‘arte’, ‘territorio’, capace di andare incontro a un pubblico vario, dai bambini agli adulti – ha spiegato il professor Eric Conti, coordinatore della manifestazione -. I più 56piccoli, sabato e domenica, impareranno a seminare e trapiantare, a riconoscere i semi, gli insetti e le malattie delle piante. Inoltre potranno apprendere e provare come estrarre, dalla saliva, il proprio DNA così come quello degli insetti e dei batteri. Adulti e bambini potranno fare acquisti passeggiando tra le eccellenze gastronomiche e artigianali del terzo chiostro, assistere ad esperimenti condotti nei nostri laboratori, ammirare le esposizioni scientifiche del secondo chiostro, vedere all’opera macchine agricole per l’agricoltura di precisione. Abbiamo previsto, inoltre, seminari in Aula Magna, la visita della Basilica e del complesso monumentale guidati dai monaci, a cominciare dall’Abate Giustino Farnedi, scoprire con gli studenti i segreti dell’Orto Medievale, ammirare l’agilità dei tree climber, conoscere l’Osservatorio sismico, ascoltare musica in Biblioteca, dove si potranno ammirare gli antichi testi scientifici”.

Intervenuti alla conferenza stampa di presentazione il professor Manuel Vaquero Piñeiro (che ha evidenziato come “A “San Pietro – Scienza Arte Territorio” si cali in questo 2018 proclamato, dal Governo Italiano, “Anno nazionale del cibo italiano”), Francesca Serenelli (responsabile della struttura bibliotecaria di Agraria, Veterinaria e Ingegneria di Unipg) e Brunella Spaterna (Biblioteca di Agraria “Mario Marte”, responsabile dell’organizzazione della musica).

Fra gli altri appuntamenti:
– laboratori per bambine e bambini (fattoria didattica con gli animali da allevamento e macchine agricole, Dna, piante, insetti, semi, lavori dell’orto, cura degli alberi, mimetismo, trapianti);
– 15 mostre ed esposizioni a cura delle Unità del Dsa3;
– visite guidate (40 turni complessivi): laboratori di ricerca, orto botanico, osservatorio sismico “Andrea Bina”, Abbazia benedettina, orto medievale, Centro di ateneo musei scientifici di Casalina;
– mostra mercato delle eccellenze regionali con 30 stand nel Terzo Chiostro;
– laboratori artigianali: vetro, cesteria, cioccolato, miele;
– concerti di musica, tra il classico e il contemporaneo;
– conferenze: paesaggi agricoli, gestione forestale e sostenibilità, voci della natura.

L’inaugurazione si terrà sabato 5 maggio, alle ore 10, alla presenza del Magnifico Rettore Franco Moriconi, di Fernanda Cecchini, assessore regionale ad Agricoltrura, cultura e ambiente e dei rappresentanti del Comune di Perugia.

Marcello Guerrieri

Esercita la professione di giornalista da oltre trent’anni: ha esordito con la cronaca locale per la redazione ternana de il Messaggero, per la quale ha anche curato, per un lungo periodo, pure gli aspetti sindacali ed economici delle aziende della provincia di Terni. Collabora tuttora col giornale romano. Ha seguito sin dall’inizio, l’evoluzione dei nuovi media, curando numerosi siti come quello di “Terninrete”