Centri storici: Filippo Stirati nuovo presidente dell’Ancsa

Confcommercio Umbria pronta a collaborare con il sindaco di Gubbio per l’innalzamento “della qualità della vita nei centri urbani, quali luoghi di produzione di valori, non solo economici, ma soprattutto culturali e sociali”

“La nomina della città di Gubbio, nella persona del sindaco Filippo Stirati, alla presidenza dell’Associazione Nazionale Centri Storico-Artistici è un riconoscimento importante per la città eugubina e per l’intera Umbria. Ma è anche un’opportunità imperdibile per un confronto costruttivo e ad alto livello, fondato sulla comune consapevolezza dei problemi e delle opportunità dei nostri centri storici”. Giorgio Mencaroni, presidente Confcommercio Umbria, si congratula così con il primo cittadino eugubino per il prestigioso riconoscimento e auspica subito un più intenso rapporto di collaborazione, finalizzato alla diffusione di una cultura diffusa, che veda nei centri storici uno dei motori dell’economia del territorio.

“Ripartire dalle città – aggiunge Mencaroni – è del resto una delle priorità di Confcommercio. Una sfida che richiede l’impegno di tutti i soggetti coinvolti e di tutte le istituzioni. Con il sindaco Stirati condividiamo sicuramente alcuni punti prioritari. Ad esempio, la necessità di meno tasse e più incentivi per le imprese commerciali nei centri storici, che è però solo una faccia della medaglia. Riteniamo, infatti, che sia prioritario lavorare anche sul contesto, sulla residenzialità, sui servizi anche innovativi per cittadini e turisti, nella individuazione di attrattori veri, innalzando complessivamente la qualità della vita nei centri urbani, quali luoghi di produzione di valori, non solo economici, ma soprattutto culturali e sociali. Su questi temi speriamo di poterci confrontare al più presto con il sindaco Stirati, nella sua nuova veste di presidente dell’Associazione Nazionale Centri Storico-Artistici”.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.