Elettrificazione dei mezzi pesanti: quali cambiamenti nel settore?

“Più aggiornamenti nell’ambito dell’assistenza e della manutenzione”: parola di Stefano Tomat di O.R.V.I., officina specializzata in mezzi industriali con sede a Campoformido (Ud)

O.R.V.I. sas

“Il futuro sostenibile è più che mai vicino anche nel mondo dei mezzi pesanti”: queste le parole di Stefano Tomat di O.R.V.I. sas, officina specializzata Scania con sede a Campoformido – Udine, leader nel settore da oltre 30 anni.
Se da un lato, infatti, l’elettrificazione dei veicoli sta avanzando rapidamente, accelerando il percorso di transizione verso un sistema di trasporto maggiormente sostenibile, il futuro sarà all’insegna di una maggior richiesta di differenti propulsori elettrici per diversi incarichi di trasporto. “Per un risvolto ottimale, sarà necessario che le celle delle batterie vengano sviluppate per rispondere alle diverse esigenze, in continua evoluzione. Per questi motivi le aziende si stanno muovendo per semplificare la scelta di soluzioni di trasporto elettrificate”.
L’elettrificazione, infatti, ricoprirà nei prossimi anni un ruolo di primaria importanza nella transizione del sistema di trasporti sempre più indipendente dai combustibili fossili. Ma come cambierà il lavoro dei professionisti del settore in ambito di riparazioni, manutenzioni e assistenza? “Sicuramente si lavorerà sempre meno sul diesel, con un impegno maggiormente rivolto verso veicoli nuovi dal punto di vista del motore. Sarà quindi essenziale tenere il personale aggiornato in termini di tecnologia e assistenza”.
Scania e Northvolt Labs sono già al lavoro per sviluppare la produzione di batterie elettriche idonee ad alimentare veicoli pesanti, sostenibili ed efficienti dal punto di vista economico. La Svezia, dove le aziende stanno collaborando, è storicamente fornitrice di energia verde, un Paese adatto alla produzione su larga scala di batteria sostenibili, sulle quali manutentori e operai specializzati saranno sempre più focalizzati per garantire un’assistenza totale in ottica futura.
“Quando abbiamo aperto la nostra sede, negli anni ’80, norme e tecnologie erano differenti e, sia per stare al passo con le leggi, sia per essere sempre competitivi sul mercato, è più volte stato necessario un continuo aggiornamento e l’introduzione di numerose migliorie tra servizi offerti e competenze dei nostri professionisti. Il futuro del mondo dei trasporti passerà gradualmente attraverso una riduzione dell’impatto ambientale dei mezzi già in commercio e su strada, e con il supporto dei professionisti della manutenzione e dell’assistenza, sempre più importanti nell’ottica della sicurezza stradale”.

SCOPRI DI PIÙ

Visita il Sito Officina Orvi

Leggi gli approfondimenti Ansa  La sicurezza stradale passa per il monitoraggio del rispetto della legge

 

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.