L’umbra ‘Albicchiere’ vince il premio per il progetto più innovativo del 2018

Prestigioso riconoscimento conquistato a Barcellona per il bicchiere di vino da gustare sempre alla giusta temperatura. E non solo

Se nei prossimi anni potrai finalmente bere un buon bicchiere di vino alla giusta temperatura e sempre pronto, senza dover buttare quello che avanza, sarà grazie alla startup tutta umbra Albicchiere, che è volata a Barcellona per presentare il progetto che li ha portati alla vittoria: albicchiere, la piattaforma smart per vino in bag che permette di gustare qualunque vino si voglia in qualsiasi momento.

La finale dell’IoT/WT Innovation World Cup 2018 si è tenuta all’interno del Mobile World Congress di Barcellona, la più grande manifestazione di tecnologia e novità insieme al CES di Las Vegas, dove colossi come Samsung, Sony e gli altri lanciano le prossime novità del mercato hi-tech, e ha visto partecipare concorrenti da tutto il mondo che hanno avuto la possibilità di presentare le loro soluzioni nelle categorie City, Retail, Transport, Home&Lifestyle, Industrial and Healthcare. Tutto davanti a una giuria di esperti internazionali che ha giudicato in base al grado di innovazione,

usabilità, e commerciabilità.

Giuria che, per la categoria Home&Lifestyle, ha nominato vincitrice la startup italiana Albicchiere con la sua piattaforma smart legata a una bevanda simbolo di tradizione per tutta l’Italia e in particolare per la regione Umbria. Dotata di un dispenser per vino in bag con tecnologia IoT (Internet delle cose), mobile app ed e-commerce dedicato, è stata pensata per migliorare l’esperienza degli utenti riguardo l’acquisto e il consumo di vino.

Andando nello specifico, renderà possibile: bere anche solo un bicchiere di vino senza paura di sprecarne un goccio (grazie alla preservazione garantita fino a 6 mesi dalla prima apertura contro i 7/15 giorni delle tecnologie attuali), bere ogni vino alla temperatura ideale di servizio o quella preferita dall’utente, gestire il dispenser tramite l’applicazione per smartphone (regolare la temperatura di erogazione o le anomalie del dispenser), ricevere informazioni sui vini e interagire con i sistemi di assistenza vocale (si potrà chiedere al dispenser quale vino si è inserito, se il vino ha raggiunto la temperatura e il tempo che gli resta per raggiungerla, ordinare i vini e chiedere suggerimenti riguardo abbinamenti) grazie alla connessione con Amazon Alexa e Google Home.

“Ricevere un premio come quello dell’ IoT/WT Innovation World Cup, è una grande soddisfazione, il nostro progetto è stato giudicato il migliore tra altri progetti validi e innovativi; possiamo finalmente dire che si può fare innovazione anche in un settore tradizionale come quello del vino, anzi possiamo dire che è stata proprio la tradizione a ispirare albicchiere. Lanceremo il prodotto tramite le piattaforme di crowdfunding da fine settembre così che, finalmente, potrai goderti il tuo vino preferito, quello che vuoi, ogni volta che vuoi” dicono i fondatori Massimo Mearini e Diego Pepini.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.