Carloforte, al via il Contributo di Sbarco per i non residenti

Il primo marzo è entrato in vigore il Contributo di Sbarco per giungere a Carloforte

contributo di sbarco

Entrato in vigore da un paio di giorni il Contributo di Sbarco per i non residenti che giungono a Carloforte.

Si tratta di uno strumento fiscale alternativo alla tassa di soggiorno, istituito in attuazione delle disposizioni di cui all’art. 33 del della L. n° 221 del 28/12/2015, che ha sostituito l’art.4 del D.Lgs. n° 23 del 14/03/2011 come modificato ed integrato dalla legge n. 44 del 26 aprile 2012 di conversione del D.L. 02/03/2012 n°16.

Questo contributo verrà pagato da ogni persona fisica che , per giungere all’Isola di San Pietro, utilizzi vettori che forniscano collegamenti di linea o vettori aereonavali che svolgono servizi di trasporto di persone a fini commerciali, abilitati ad effettuare collegamenti verso l’isola.

A riscuotere il contributo sarà la compagnia Delcomar, la quale applicherà nuovi importi alle tariffe ordinarie di trasporto in biglietteria: dal primo novembre al 31 marzo vi sarà un supplemento di 0,50 euro, da aprile a giugno e da settembre a ottobre di 1,50 euro, mentre per l’alta stagione di luglio 2 euro e per quella di agosto 2, 50 euro.

L’obiettivo è chiaramente quello di contribuire alla crescita degli standard qualitativi dei servizi offerti ai turisti e agli stessi abitanti. Il gettito del contributo finanzierà quindi: interventi in materia di turismo, mobilità e relativi servizi pubblici locali, manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali e ambientali, raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Saranno esentati dal Contributo: i cittadini residenti nel Comune di Carloforte, i lavoratori e gli studenti pendolari, coloro che si recano sull’isola presso le strutture sanitarie per motivi di salute e i loro rispettivi accompagnatori, i minori da 0 a 6 anni, le scolaresche in gita d’istruzione, i conducenti dei mezzi commerciali che viaggiano per fini commerciali, gli accompagnatori ufficiali e i componenti delle squadre di società sportive, i residenti nei comuni di Calasetta e Portoscuso, i possessori di immobili assoggettabili dall’IMU nel Comune di Carloforte, tutti i cittadini nativi nel Comune e tutti coloro per i 30 giorni successivi al pagamento.

Tutti questi dovranno fare richiesta d’esenzione agli uffici comunali.

 

 

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.