Castelluccio: tutto pronto per seminare le lenticchie

Si potrà partire intorno al prossimo 20 marzo, per aprile dovrebbero essere pronti anche i caseifici promessi dalla Regione Umbria

A Castelluccio di Norcia è tutto pronto per tornare a seminare la tipica ed eccellente lenticchia locale. Lo ha detto Diego Pignatelli, agricoltore e presidente della Pro Loco di Castelluccio. Si potrebbe iniziare già il 20 marzo prossimo.

“Non appena avremo la possibilità di salire con i trattori sul Pian Grande inizieremo a lavorare i terreni e, quindi, a seminare. Il rinvio della riapertura della strada provinciale 477 non ci voleva, adesso speriamo che la data del 18 marzo venga confermata e il meteo diventi più clemente, così potremo iniziare a lavorare già intorno al 20 marzo”.

Ma Castelluccio non significa solo lenticchie, come lo stesso Pignatelli sottolinea: “Abbiamo bisogno che vengano realizzati i caseifici promessi. Se non ricominciamo a produrre il nostro formaggio, andremo in profonda sofferenza. Abbiamo avuto rassicurazioni da parte della Regione che le strutture saranno pronte entro il mese di aprile, noi ci contiamo e attendiamo”. Per rimettersi tutti in marcia e dimenticare il terremoto.

La presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, si è detta sicura di poter arrivare a inizio estate con i caseifici realizzati e con la consegna delle 8 Sae previste, oltre che con il deltaplano, che dovrà accogliere i ristoranti delocalizzati.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.