Rottamazione bis: interviene anche la Confartigianato Spoleto

L'associazione esprime “disapprovazione e delusione” l’associazione chiede “una reale risoluzione positiva”

Rottamazione bis impossibile per cittadini e imprese spoletine a causa del ritardo della consegna delle cartelle da parte del Comune. Sulla questione, sollevata inizialmente dalla locale Confcommercio e per ovviare alla quale il Comune di Spoleto ha già chiesto alla commissaria straordinaria alla ricostruzione Paola De Micheli che nei comuni del cratere del sisma i benefici della rottamazione bis siano estesi sino al 31 dicembre 2017, interviene anche la Confartigianato che esprime “disapprovazione e delusione”. L’associazione si chiede perché “si è arrivati così tardi su una vicenda che poteva essere affrontata congiuntamente nell’interesse di tutti, ma che invece segna ancora una volta la divisione tra pubblico e privato”.

“Le molteplici telefonate a cui il consiglio direttivo territoriale – afferma l’associazione in una nota – è stato soggetto anche in questa occasione, come già successo per le aliquote tari 2017, coinvolge molti artigiani e sono mirate a chiedere e sollecitare all’Amministrazione una reale risoluzione positiva, come già in altri comuni dell’Umbria è stato deciso per aiutare i più diversi soggetti interessati a regolarizzare la propria posizione debitoria. Persino il Consiglio comunale del comune di Caserta ha dato ai propri cittadini ed imprenditori la possibilità di spalmare le cartelle esattoriali in ben 16 rate”.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.