Nestlé – Perugina: Toia ‘apre’ alla deroga della cassa integrazione straordinaria

Il direttore delle relazioni industriali di Nestlé Italia si dice "fiducioso' per il futuro nella trattativa sullo stabilimento Perugina

Gianluigi Toia, direttore delle relazioni industriali di Nestlé Italia, si dice “fiducioso’ per il futuro nella trattativa sulla Perugina e sullo stabilimento di San Sisto. “Finalmente siamo entrati in un’ottica di gestione degli esuberi e non di sogni su improbabili soluzioni legate a poli logistici del tutto fantasiosi”.

Parlando all’Ansa, Toia ha detto ancora: “Si sta valutando la proposta di proroga della cassa integrazione straordinaria. Non siamo contrari e ben venga se può essere utile per dare maggiore tempo alle persone per ricollocarsi sul territorio. Ci sono comunque vincoli normativi da approfondire. Quindi è una soluzione possibile, ma non certa. Può essere un aiuto, ma intanto non perdiamo altro tempo”.

Toia ha quindi aggiunto: “Ci siamo resi disponibili a un accordo per cedere vecchi marchi di cioccolatini non più utilizzati, ma questi devono essere prodotti con un’attività svolta autonomamente fuori dallo stabilimento di San Sisto”. Da ricordare, però, che “non possiamo ovviamente cedere in uso ad altri il marchio Perugina e ci deve essere autonomia anche da un punto di vista commerciale. Purtroppo, a fronte di queste nostre semplici osservazioni, chi aveva avanzato la proposta ha detto di non essere più interessato”.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.