Epilessia: Kiwanis Club Perugia Etrusca ‘accende i monumenti’ lunedì 12 febbraio

Alle 17.30 le fontane si coloreranno di viola, successivamente dibattito sull'argomento al ristorante Da Cesarino di Perugia

Epilessia: come accendere i riflettori su questa malattia, “troppo stigmatizzata nella società”? Ci pensa il Kiwanis Club Perugia Etrusca che, in occasione della giornata mondiale di sensibilizzazione sulla patologia, organizza proprio a Perugia, in collaborazione con la Lega italiana contro l’epilessia (Lice), l’evento ‘Accendi un monumento’.

Nell’occasione, lunedì 12 febbraio alle 17.30, la fontana maggiore di piazza IV Novembre, le fontane nel giardino di piazza Italia, quella della stazione Fontivegge, il grifo e il leone all’interno dell’atrio del Palazzo dei Priori, si accenderanno di una luce viola, il colore simbolo di questa patologia.

Alle 20, al ristorante Da Cesarino di Perugia, seguirà un incontro a cui parteciperanno i rappresentanti della Divisione 9 Umbro Sanitaria del Kiwanis Distretto Italia San Marino e medici neurologi che svolgono la loro attività in Umbria. Maria Cristina Tanchi, presidente del Kiwanis Club Perugia Etrusca, farà gli onori di casa. Ad accogliere gli ospiti ci penserà il cerimoniere Giuseppe Affronti.

Ci saranno poi i saluti del luogotenente della Divisione 9 Umbro Sabina Alba Asfalti. Al dibattito parteciperanno i dottori membri della Lice Umbria Domenico Frondizi, responsabile di neurofisiopatologia dell’Azienda ospedaliera di Terni, Cinzia Costa, dell’Università degli Studi di Perugia e medico della clinica neurologica dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, Teresa Anna Cantisani, direttore della struttura complessa di neurofisiopatologia dell’Azienda ospedaliera di Perugia, Chiara Bedetti, neurologa all’istituto Serafico di Assisi. Sarà presente anche Gianfranco Perticoni, specialista in neurofisiopatologia.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.