Comunicare in rete: un libro per scoprire come farlo bene

Tre le presentazioni dell’opera di Luca Garosi in programma in Umbria. La prima giovedì 8 febbraio a Perugia

Siti internet, blog, social media. Mezzi con cui gli operatori dell’informazione oggi devono confrontarsi e saper padroneggiare. Proprio a chi ha fatto o intende fare del web il proprio campo di lavoro (web editor, social media editor, giornalisti, comunicatori multimediali) è rivolto il libro ‘Comunicare (bene) in rete. Tecniche per creare contenuti e diffonderli efficacemente sul web’ scritto da Luca Garosi (giornalista RAI, coordinatore didattico e docente di giornalismo crossmediale alla Scuola di Giornalismo di Perugia). A febbraio saranno ben tre le occasioni nelle quali poter riflettere sui vari aspetti della comunicazione offerti nel libro.

Nella prima presentazione del libro, giovedì 8 febbraio (ore 18.30) da ‘Smartpeg’ a Perugia, si focalizzerà l’attenzione su ‘Comunicazione online e mondo del lavoro’. Garosi si confronterà con Gianni Cicogna (presidente Smartpeg), Jack Sintini (presidente associazione Giacomo Sintini) e Serena Santagata (cultore della materia in diritto del lavoro, Lumsa). L’incontro sarà moderato da Adriana Velazquez (presidente AIDP Umbria).

Martedì 13 febbraio l’appuntamento è alla libreria Feltrinelli di Perugia (ore 18). Giancarlo Trapanese (caporedattore Tgr Rai Umbria), Massimo Santamicone (digital strategy Città Internet Srl) e Stefano Pozzovivo (speaker di Radio Subasio) si confronteranno su ‘I contenuti per le diverse piattaforme’. L’incontro sarà moderato da Nicola Mechelli (tutor della Scuola di giornalismo di Perugia).

Ultimo appuntamento sabato 24 febbraio alla libreria Ubik di Todi (ore 18). Sonia Montegiove (direttrice editoriale Tech Economy) e Valentina Parasecolo (giornalista) si confronteranno su ‘Content is King? L’importanza dei contenuti sul Web’. A moderare l’incontro sarà ancora una volta Nicola Mechelli.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.