Università di Perugia: quattro progetti ‘premiati’ nella Finanziaria

Il Miur finanzia con 30 milioni di euro quattro dipartimenti d'eccellenza dell'Ateneo perugino. Soddisfazione per il Rettore Franco Moriconi

Quattro progetti presentati dai dipartimenti dell’Università degli studi di Perugia hanno ottenuto finanziamenti dal governo. Esprime soddisfazione il rettore Franco Moriconi durante la conferenza stampa di presentazione dei progetti: “Mi piace evidenziare che i Dipartimenti di eccellenza dell’Università degli Studi di Perugia presenti nella graduatoria ministeriale, in realtà, sono dieci su sedici. Quattro, poi, solo per motivi di capienza della Finanziaria, hanno ottenuto un riconoscimento anche economico”.

Si tratta di 30 milioni di euro nel prossimo quinquennio: “Con cui ci impegneremo nel creare nuove strutture, nell’acquisire nuove strumentazioni e arruolare nuovo personale per la ricerca. L’ottimo risultato ottenuto da Chimica, Biologia e Biotecnologie, Ingegneria civile e ambientale, Scienze farmaceutiche e Scienze Politiche, su soli 180 in tutta Italia, premia la qualità della nostra ricerca, oltre che nella progettualità scientifica, organizzativa e didattica”.

Alla conferenza stampa erano presenti anche i docenti direttori dei dipartimenti: Violetta Cecchetti (Scienze farmaceutiche), Luigi Annibale Materazzi (Ingegneria civile e ambientale), Ambrogio Santambrogio (Scienze politiche), Francesco Tarantelli (Chimica, Biologia e Biotecnologie). E ancora: il direttore generale Tiziana Bonaceto e Piera Pandolfi, responsabile dell’Area progettazione, valorizzazione e valutazione della ricerca dell’Ateneo.

Per reclutare nuovo personale di ricerca saranno utilizzati circa 19 milioni di euro, per creare infrastrutture innovative per la ricerca 10 milioni, per i nuovi percorsi di Alta formazione un milione di euro. I progetti saranno cofinanziati dall’Università, “con risorse dirette pari a 2,7 milioni di euro, destinati alle infrastrutture e con 1,5 milioni di euro per il reclutamento di personale”.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.