Export Pmi: una Convenzione per favorirne l’internazionalizzazione

A firmarla Unioncamere e il Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Mencaroni, “lavoreremo per prepararle all’export”

Una Convenzione per promuovere la diffusione e la conoscenza delle politiche e delle tematiche europee è stata firmata tra Unioncamere e il Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri. La Convenzione mira a rendere più efficaci gli Sportelli unici per le Attività produttive (Suap), cioè gli sportelli a cui si rivolgono le imprese per realizzare tutti i procedimenti amministrativi che riguardano l’avvio e lo svolgimento dell’attività economica, e prevede iniziative volte a informare anche le piccole medie imprese delle opportunità offerte dal mercato unico e dalle politiche e tematiche europee.

“Quest’intesa – commenta Giorgio Mencaroni (presidente della Camera di Commercio di Perugia) – arricchisce il quadro di alleanze che il Sistema delle Camere di Commercio sta mettendo a punto con le altre Istituzioni del nostro Paese per avvicinare un numero sempre maggiore di imprese italiane ai mercati stranieri, a partire da quello europeo che resta il principale sbocco delle esportazioni Made in Italy. Attraverso questa collaborazione intendiamo accrescere la conoscenza tra le nostre Pmi delle opportunità di crescita e delle regole di ‘gioco’ per competere ad armi pari sul mercato dell’Unione europea”. Mencaroni sottolinea poi come “l’internazionalizzazione è una delle funzioni chiave che sono state assegnate dalla recente riforma al sistema delle Camere di Commercio” e che questa vedrà tali enti “impegnati nel prossimo triennio a individuare, formare e preparare per l’export le Pmi italiane”.

Piena soddisfazione per la firma della Convenzione è stata espressa anche da Diana Agosti (capo Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri), la quale la ha definita “uno strumento che consentirà di far conoscere sempre più efficacemente al mondo della piccola e media impresa i vantaggi dell’appartenenza all’Unione Europea e i servizi e i programmi che lo stare in Europa offre a imprenditori e professionisti”.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.