Brunello Cucinelli: vende 6% azioni, 100 milioni in beneficenza

Il re del cachemire umbro mantiene la maggioranza, ma destina i soldi alla Fondazione di famiglia "per continuare ad abbellire l'Umanità"

Brunello Cucinelli ha deciso di vendere il 6 per cento delle azioni, donando oltre 100 milioni di euro in beneficenza “per contribuire ad abbellire l’Umanità”. L’imprenditore umbro mantiene comunque la maggioranza tramite Fedone.

I soldi devoluti in beneficenza passano alla Fondazione di famiglia. Parlando al ‘Financial Times, Cucinelli ha già indicato chi saranno i compratori: “Investitori americani”. Ha poi aggiunto, sempre parlando all’autorevole quotidiano britannico: “Intendo rimanere azionista di maggioranza della compagnia che ho fondato 40 anni fa, ma volevo reperire fondi per portare avanti il mio progetto lungo di vita di restaurare la comunità locale”. E ancora: “Voglio separare il business a lungo termine dalla attività filantropiche”. Infine: “La famiglia ha deciso per la vendita dopo una discussione sulle strategie per i prossimi 15, 30, 40 anni”.

Il re del cachemire, tra le ultime imprese, aveva deciso di dare inizio al restauro del Teatro Morlacchi di Perugia: “Il fine di questa ultima operazione è raccogliere fondi che possano in qualche modo permettere alla mia famiglia e alla nostra Fondazione di proseguire quel sogno, da sempre amato, di contribuire ad abbellire l’Umanità”.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.