Lezione sulle criptovalute: grande successo all’Istituto perugino ‘Cavour Marconi Pascal’

Incontro organizzato dall'Istituto professionale in collaborazione con la Uil credito, assicurazioni ed esattorie dell'Umbria

Lezione sulle criptovalute da tutto esaurito nell’Aula video dell’Istituto superiore ‘Cavour Marconi Pascal’ di Perugia. Hanno partecipato, e dimostrato altissimo interesse, gli alunni delle classi 3B1, 3B2 e 3B3 dell’indirizzo servizi commerciali, accompagnati dai docenti, coordinati dalla professoressa Maria Cristina Boco.

A organizzare l’incontro la Uil credito, assicurazioni ed esattorie dell’Umbria, per cui era presente il segretario generale dell’Umbria Luciano Marini. Si è parlato in particolare di bitcoin, la moneta virtuale, grazie all’intervento di Stefano Sarti, dipendente bancario umbro ed esperto nell’argomento. Che, tra l’altro, è di grandissima attualità sui social e non solo. Il trend del bitcoin appare addirittura inarrestabile e ormai tutti devono fare i conti anche con questa moneta.

Tante le domande arrivate dalla platea: che interessi possono celarsi dietro una crescita della diffusione del fenomeno criptovalute? Si tratta di un sistema legale, ma di fatto non ha un’autorità di vigilanza: quali sono i rischi? Come si svolgono le operazioni? Si è parlato di meccanismo peer-to-peer e di blockchain. Non sono mancate le voci preoccupate che si stia creando una nuova bolla speculativa, a danno degli investitori.

Quella che è stata una vera e propria lezione è durata due ore. L’iniziativa si inserisce a pieno titolo nei progetti di alternanza scuola – lavoro, previsti dal programma dell’Istituto professionale perugina. Si inserisce anche nel campo dell’educazione finanziaria che la Uil credito, assicurazioni ed esattorie dell’Umbria da tempo sta svolgendo insieme al mondo della scuola, ma anche per gli anziani e per le comunità straniere presenti in Umbria.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.