Aeroporto di Perugia: diventa europeo

Arriva la certificazione dall'Unione Europea per il San Francesco d'Assisi: completato l'iter avviato nel 2014 dall'Ente nazionale per l'aviazione civile

Completato con successo l’iter per il rilascio del Certificato di Aeroporto, da parte dell’Ente nazionale per l’aviazione civile (Enac), a favore dello scalo San Francesco di Assisi, a Perugia. Ai sensi del Regolamento Ue numero 139/2014, dunque, l’aeroporto umbro diventa europeo.

“Il documento attesta la conversione della certificazione aeroportuale dalle norme nazionali e quelle comunitarie, certifica l’alto standard operativo dell’aeroporto di Perugia e la conformità delle infrastrutture e dell’organizzazione aeroportuale e operativa del gestore ai requisiti richiesti dalle normative europee” fa sapere la Sase, la società che gestisce lo scalo perugino.

Con l’entrata in vigore del Regolamento europeo, nel 2014, l’Enac ha avviato l’iter di conversione delle certificazioni per i principali aeroporti italiani, verificando il pieno rispetto delle infrastrutture e dell’organizzazione rispetto ai requisiti derivanti dalla nuova normativa.

Perugia, con data 29 dicembre 2017, è stata dunque ufficialmente promossa dall’Unione Europea.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.