Nocera Umbra: la bellezza del territorio nel Presepe delle acque

Su una superficie di 800 metri quadrati è visitabile sino al 6 gennaio. Non è l’unica rappresentazione della Natività nel Comune

Il Presepe della acque è pronto ad incantare i visitatori di Nocera Umbra sino al giorno dell’Epifania. Grande protagonista dell’opera di 800 metri quadrati, realizzata dalla Pro loco insieme all’Associazione commercianti della cittadina umbra, è l’acqua.

In un percorso che va da piazza Umberto I sino ai portici di San Filippo, viene ricreato il territorio comunale con le sue sorgenti (Angelica, Flaminia, il Cacciatore), le sue cascate d’acqua e i suoi fiumi tra cui il Topino e il suo affluente Caldognolama, ma anche con le attività economiche di un tempo e le opere architettoniche ricostruite con pietre vere in miniatura, la chiesa della frazione Isola (simbolo del terremoto del 1997), la Porta vecchia e la Torre civica detta ‘Il Campanaccio’. Oltre al Presepe delle acque i cittadini e i turisti troveranno anche attività dedicate ai bambini e l’enogastronomia tipica della zona.

Questo non è però l’unico presepe di Nocera Umbra: a Stravignano l’associazione Strabinius ha realizzato il Presepe nella roccia con statue a grandezza naturale; a Cese Case Basse il primo e 6 gennaio andrà in scena il suggestivo presepe vivente.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.